I vigili contro i venditori abusivi di mimose: sequestrati 203 mazzetti…..

    0

    La Polizia Locale di Brescia ha svolto alcuni controlli per contrastare il fenomeno del commercio abusivo che, in occasione della Festa della donna, vede in città la presenza di numerosi banchetti e venditori privi di autorizzazione.

    Durante la mattinata sono stati sequestrati 203 mazzetti di mimose: 89 a ignoti, fuggiti alla vista degli agenti; 114 ad ambulanti con autorizzazione itinerante a cui sono stati elevati 3 verbali di euro 1.000 cadauno. Nel pomeriggio sono stati sequestrati altri 181 mazzetti di mimose: 116 da persone datesi alla fuga e 65 ad un venditore privo di qualsiasi tipo di autorizzazione a cui è stato elevato un verbale di euro 3.000.

     “La lotta al commercio abusivo è attiva nella nostra città ogni giorno – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia, Fabio Rolfi – ma chiaramente si intensifica in particolari occasioni quali la Festa della donna o, per ricordarne una recente, la Fiera di san Faustino. In queste circostanze, infatti, nonostante ci siano rivenditori che richiedono la regolare autorizzazione alla vendita, c’è sempre chi approfitta dell’occasione andando così a ostacolare il lavoro dei numerosi commercianti regolari. Ringrazio ancora una volta gli agenti della Polizia Locale che anche oggi si sono attivati per presidiare il territorio e garantire la legalità del commercio”.

    FONTE: WWW.FABIOROLFI.NET

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. …grazie, è questo che vogliamo dalla polizia locale; è per questo che paghiamo volentieri le tasse … vogliamo i vigili che sequestrano 384 mazzetti di mimosa alle persone che si danno alla fuga. Grazie Rolfi.
      P.S. ma chi le fa queste grandi pensate così da farci anche un comunicato stampa?

    2. ha ragione "grazie"… sarebbe molto meglio lasciare liberi gli abusivi, danneggiare i commercianti e quindi il tessuto economico della società. le solite critiche da comunisti anti-sistema.

      non vi ascolta più nessuno!!!!!!

    3. Che eroi, i nostri sceriffi! Torneranno a casa da mogli e figliuoli tutti baldanzosi e contenti di aver difeso il tessuto economico della nostra città, che per un giorno rischiava il crollo…

    4. ahaha siamo al conteggio dei mazzetti di mimose……………. ma lo sa Rolfi che quella gente in fondo fa un servizio a tutti gli uomini smemorati? lui l’ha portata la mimosa alla sua donna????

    5. lasciate anche voi un commento nel sito dello sceriffo io glio ho fatto i miei complimenti per averci salvato dal polline

    6. no, sono un cittadino che rispetta le regole.
      se non hanno l’autorizzazione non devono vendere le mimose. non vedo cosa ci sia di difficile da capire.

    7. che siano mimose o abiti contraffatti o altro e’ giusto che vengano fermati….scusate ma tutti quelli che scrivono qui le tasse le pagano??????

    8. Io le tasse le pago. E mi va ovviamente bene che vengano perseguiti gli abusivi. Ma da qui a fare uno "spot" sul sequestro dei mazzetti di mimose ce ne corre. Un po’ come sul senso unico di via Ozanam: un’operazione di routine come se ne fanno dieci al giorno in ogni città, ma assurta a "spot" del buon governo. Ma che, dobbiamo aspettarci anche i comunicati stampa ogni volta che svuotano il cassonetto o cambiano la lampadina al semaforo? Dai, un po’ di buon senso…

    9. Siamo allo sfascio pur di farsi dire quanto sono bravi a non fare niente questi della giunta fascio-leghista si vantano di aver fatto sequestrare le mimose. E io pago

    10. Il problema non è che abbiano sequestrato i mazzetti di mimose, è che abbiano fatto un comunicato per farlo sapere!
      E’ come se la Taurisano facesse un comunicato per dire che esiste.

    11. quanto è stato fatto è normale amministrazione !!!!!!! non capisco l’enfasi di doverlo comunicare "forse perchè non sempre i nostri prodi vigli fanno il loro dovere"? e quindi quando lo fanno è giusto farlo notare

    LEAVE A REPLY