Artogne, urta una ragazza sulle piste da sci. Il padre lo aggredisce racchettate (ferite guaribili in 40 giorni)

    0

    Cittadino belga arrestato per lesioni. Armato di racchetta da sci, sulle piste di Montecampione, aggredisce lo sciatore che involontariamente aveva urtato sua figlia.

     

    E’ accaduto nel pomeriggio di ieri, alle ore 13.40, quando gli agenti della Polizia di Stato, in servizio presso il Distaccamento Sciatori Sicurezza e Soccorso in Montagna di Montecampione, sono intervenuti per una lite sulle piste nel territorio di Artogne (Bs).

     

    Protagonisti del diverbio e dell’aggressione che ne è derivata due sciatori, uno dei quali di nazionalità belga e l’altro nativo della provincia di Brescia.

     

    Lo sciatore italiano, poco pratico dello sport, impegnata la discesa della pista su cui lo straniero si trovava con la sua famiglia, involontariamente ne ha urtato la figlia, facendola cadere in terra.

     

    Nonostante la caduta non avesse avuto conseguenze di alcun tipo per la ragazza, suo padre, brandendo una delle racchette da sci, si è subito messo all’inseguimento dell’italiano e dopo averlo raggiunto, non ha esitato a colpirlo in volto con la racchetta stessa, provocandogli lesioni giudicate poi guaribili dai sanitari del pronto soccorso in 40 giorni.

     

    Separati da alcuni testimoni che si trovavano sul posto, i due sono stati raggiunti subito dopo dagli agenti di polizia chiamati immediatamente.

     

    Il cittadino belga, in Italia per vacanza, incensurato e del 1968, è stato pertanto tratto in arresto in flagranza per lesioni.

    Condotto in Questura per l’identificazione sarà processato per Direttissima nella tarda mattinata di oggi.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Come al solito si esagera. Non ho ben capito se l’italiano si sia fermato o meno, però ogni minima cosa che succede al giorno d’oggi ti prendono a botte o peggio.

    LEAVE A REPLY