Monticelli, giallo sulla cacciata di due assessori leghisti

    0
    Bsnews whatsapp

    E’ giallo, a Monticelli Brusati, per i due assessori comunali – i leghisti Carola Morandi e Stefano Delbono – dimissionati dal sindaco Laura Boldi. Le motivazioni addotte durante l’ultimo consiglio, infatti, faranno discutere a lungo, forse anche nelle sedi legali. Ufficialmente il sindaco ha tolto le deleghe alla Morandi per incompatibilità caratteriale. Mentre l’ex assessore ai Lavori pubblici sarebbe stato cacciato per ragioni molto più pesanti. La Boldi, infatti, avrebbe fatto intendere che Delbono possa avere in qualche modo favorito persone a lui vicine, sollecitando un dipendente dell’amministrazione (tossicodipendente con precedenti penali) a inserire alcuni terreni di sua proprietà nel nuovo Piano di governo del territorio in cambio della promessa di un guadagno. Una situazione che sarebbe poi sfociata nell’aggressione del tossicodipendente al padre dello scorso aprile (per questo l’uomo è oggi in carcere). Accuse che Delbono ha respinto duramente e in blocco. Minacciando denunce.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. MESSAGGIO CANCELLATO DALLA REDAZIONE PERCHE’ CONTENEVA UNA DELLE SEGUENTI VIOLAZIONI ALLA POLITICA DEL SITO: – INSULTI O VOLGARITA’ – SPAM – VIOLAZIONE DEL COPYRIGHT – CONSIDERAZIONI CHE NECESSITANO DI UN APPROFONDIMENTO ANCHE LEGALE – CONSIDERAZIONI VERSO TERZI PASSIBILI DI DENUNCIA. INVITIAMO L’INTERESSATO AD ATTENERSI ALLE REGOLE DEL BUON SENSO O SAREMO COSTRETTI, SU RICHIESTA, A SEGNALARE L’IDENTIFICATIVO DELLA SUA CONNESSIONE A CHI DI DOVERE.

    2. Ma davvero si può cacciare un assessore per "INCOMPATIBILITA’ CARATTERIALE" ? Come dire che se non mi sei simpatico perchè il tuo carattere non s’incontra con il mio, io ti posso "cacciare"? Qualcuno me lo spieghi per favore….

    3. Non mi pare una ragione molto diversa da quella con cui Paroli ha cacciato Orto a Brescia…. Comunque si può: ragionando in astratto, due persone che si odiano come fanno a lavorare fianco a fianco nell’interesse di tutti?

    4. Penso che, come capita spesso, la Lega Nord serve al PDL per prendere i voti, essere eletti per comandare, il sistema può durare poco, se il Sindaco pensa di governare senza la Lega…la disonestà intellettuale la punirà mandandola a casa. Questo è un problema non solo di Monticelli, la Lega dovrebbe essere indipendente, fuori dalle alleanze. Soli si vince in onestà, coerenza, senza mediazioni di ricatto…politico o meno. Conosco personalmente gli ex assessori, sono persone oneste, gettare fango sfiduciando non porterà lontano la Boldi.

    5. Al lettore che si firma anonimo: ci contatti all’indirizzo info@bsnews.it

      MESSAGGIO CANCELLATO DALLA REDAZIONE PERCHE’ CONTENEVA UNA DELLE SEGUENTI VIOLAZIONI ALLA POLITICA DEL SITO: – INSULTI O VOLGARITA’ – SPAM – VIOLAZIONE DEL COPYRIGHT – CONSIDERAZIONI CHE NECESSITANO DI UN APPROFONDIMENTO ANCHE LEGALE – CONSIDERAZIONI VERSO TERZI PASSIBILI DI DENUNCIA. INVITIAMO L’INTERESSATO AD ATTENERSI ALLE REGOLE DEL BUON SENSO O SAREMO COSTRETTI, SU RICHIESTA, A SEGNALARE L’IDENTIFICATIVO DELLA SUA CONNESSIONE A CHI DI DOVERE.

    6. noi di Tempo Moderno abbiamo letto il provvedimento del sindaco di revoca delle deleghe a Delbono (è on line sul sito del comune, se non l’hanno tolto… noi l’abbiamo scaricato). Sia che dica la verità, sia che non la dica, è una notizia di reato… se ne saranno accorti in procura della Repubblica?

    7. Conosco la notizia indirettamente, la realtà è che l’assessore ha conttattato una serie di confinanti di un suo terreno per fare domanda, vista la conformazione della zona il passaggio dell’aree avrebbe potuto avvenire solo in blocco quindi compreso quello dello stesso assessore, il fatto del tentato omicidio e marginale nel senso che contattando tutti ha contattato anche questo soggetto sepur fosse a conoscenza della particolare situazione in cui si trovava.
      Per il vice sindaco la questione è legata ad una serie di insulti (pesanti) rivolti pubblicamente all’interno degli uffici comunali
      dal vicesindaco al sindaco in presenza di dipendenti e utenti.

    RISPONDI