Caso Pedrini, la Lega camuna si allea con il Pd contro il Carroccio milanese

    0

    La Lega camuna si allea con il Pd e attacca la Lega milanese. E’ questo il singolare quadro degli schieramenti attorno al nuovo direttore dell’Asl di Vallecamonica-Sebino, Renato Pedrini. Pedrini – secondo indiscrezioni che non hanno trovato riscontri da fonti ufficiali – risulterebbe indagato dalla Finanza di Sondrio nell’ambito dei mega appalti per i mondiali di sci di Bormio 2005. Per questo il consigliere regionale Stefano Galli era stato durissimo, chiedendo a Formigoni di “considerare seriamente l’opportunità di destituirlo dall’incarico”. Immediatamente era arrivata la replica del segretario della Lega camuna Mario Maisetti secondo cui “da Milano si cerca di mettere in difficoltà il nostro territorio agitando spettri e fantasmi”.

     

    Ma oggi è arrivato un nuovo colpo – congiunto – contro i milanesi. Con una nota, infatti, il presidente della conferenza dei sindaci dell’Asl camuna Francesco Abondio ha spiegato che “le relazioni con il direttore dell’Asl Vallecamonica Renato Pedrini, sono state da subito all’insegna della massima collaborazione, favorite anche dalla sensibilità maturata in campo amministrativo in un territorio con esigenze simili alla valle, che è quello della Valtellina, terra di provenienza del Pedrini, che ha subito compreso le priorità della nostra Asl”. Parole nette, a cui si aggiungo quelle di alle quali fa eco anche Pierluigi Mottinelli (Pd). “Trovo censurabile il comportamento di Stefano Galli”, ha detto, “chiediamo che le beghe tra le varie fazioni della Lega Nord rimangano fuori dalla Valle e si possa lavoare per l’interesse dei nostri concittadini”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Ma perché la politica continua a dividersi su queste boiate???? Questo tizio sta lavorando bene? Fatelo lavorare. Se poi si appurerà qualcosa contro di lui per questo esiste la giustizia.

    2. MESSAGGIO CANCELLATO DALLA REDAZIONE PERCHE’ CONTENEVA UNA DELLE SEGUENTI VIOLAZIONI ALLA POLITICA DEL SITO: – INSULTI O VOLGARITA’ – RAZZISMO EVIDENTE – SPAM – VIOLAZIONE DEL COPYRIGHT – CONSIDERAZIONI CHE NECESSITANO DI UN APPROFONDIMENTO ANCHE LEGALE – CONSIDERAZIONI VERSO TERZI PASSIBILI DI DENUNCIA. INVITIAMO L’INTERESSATO AD ATTENERSI ALLE REGOLE DEL BUON SENSO O SAREMO COSTRETTI, SU RICHIESTA, A SEGNALARE L’IDENTIFICATIVO DELLA SUA CONNESSIONE A CHI DI DOVERE. – NON SI APRONO DIBATTITI PER I MESSAGGI CANCELLATI: CHI VOLESSE SPIEGAZIONI SCRIVA A info@bsnews.it

    LEAVE A REPLY