“Ultimo avviso” per pagare le multe. Già spedite 25mila lettere

0
Multe
Multe

Prima dell’avvio della procedura coattiva, verrà spedito a tutti coloro che hanno commesso una violazione  al Codice della strada e non hanno ancora provveduto a regolarizzare la propria posizione, una sorta di “ultimo avviso” con il quale si richiede il pagamento dell’importo non versato .

Fino al 2009 l’avviso veniva mandato solamente a coloro che, pur avendo pagato la sanzione, non avevano chiuso la propria posizione a causa di un ritardo o di un errore nel versamento. Dal 2010, invece, l’invio della comunicazione è esteso anche a coloro che non hanno effettuato alcun pagamento. I circa 25.000 trasgressori attualmente risultanti nelle banche dati della Polizia Locale verranno raggiunti con lettere inviate nelle prossime due settimane .

Le nuove modalità portano numerosi vantaggi sia ai cittadini che alla Polizia Locale: il cittadino definisce infatti la propria posizione versando una somma minore di quanto non avverrebbe in caso di riscossione coattiva: l’importo dovuto è quello previsto dal minimo edittale raddoppiato, senza l’aggravio di spese di procedimento e di notifica della cartella di pagamento, di interessi di mora e del 10% semestrale previsto dalla legge, al netto del compenso del concessionario; il cittadino riceve l’avviso in tempi ridotti e ha inoltre una possibilità in più per definire la propria posizione. L’iniziativa è a costo zero per l’Amministrazione comunale: le somme sostenute per la spedizione delle lettere (non trattandosi di atto giudiziario si utilizzano formule di recapito molto più economiche) sono compensate dal mancato esborso per il compenso dovuto all’agente della riscossione o ad altro soggetto incaricato della riscossione coattiva .

La comunicazione di ultimo avviso ovviamente non si sostituisce al ruolo. La Polizia Locale attiverà la riscossione coattiva con la formazione e l’emissione del ruolo, (a questo punto anche con cadenza più diluita nel tempo) che conterrà solo le partite non definite nella suddetta fase.

Sarà possibile recarsi direttamente al Comando di Via Donegani 12, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 12.00 e il mercoledì dalle 14.00 alle 18.30, oppure nei medesimi orari contattare il Front Office al numero 030/2942130

E’ inoltre possibile visionare il verbale e la notifica via internet accedendo al link http://consultazioneverbali.comune.brescia.it. Il servizio è accessibile attraverso l’utilizzo della Carta Regionale dei Servizi.

L’iniziativa non deriva da un obbligo di legge: è una precisa scelta dell’Amministrazione orientata ad avvicinarsi al cittadino.

 

I costi del procedimento e del recapito non sono addebitati, i trasgressori pagano la cifra dovuta al netto di ulteriori spese di spedizione.

 

“Con questa iniziativa – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia, Fabio Rolfi – vogliamo continuare nella direzione già intrapresa e che riteniamo essere quella più opportuna, ossia fornire al cittadino la possibilità di regolarizzare la propria posizione, senza ulteriori aggravi di spesa e senza contenziosi. Una modalità che non pregiudica in nessun modo le entrate del comune e al contempo non esonera dal pagamento il trasgressore. Semplicemente viene segnalato il mancato versamento della somma dovuta e si offre un’ulteriore possibilità di sistemare la situazione”.

 

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY