Consiglio di Stato: “Clandestinità non è ostativa al permesso di soggiorno”. Spetta anche ai migranti della gru?

    0

    La sentenza giunta ieri dal Consiglio di Stato non è altro che una diretta conseguenza di quella della Corte di Giustizia europea emanata lo scorso 28 aprile, in cui si boccia la normativa italiana che prevede il reato di clandestinità (pacchetto sicurezza del 2009). Sulla scorta di quella, il Consiglio di Stato ha dato ragione all’associazione Diritti per tutti, che affermava che il reato di clandestinità non è ostativo al rilascio del permesso di soggiorno, e dunque il documento spetta anche agli immigrati che salirono sulla gru di via San Faustino.

    La sentenza non può che chiamare direttamente in causa il vicesindaco Fabio Rolfi. Secondo Umberto Gobbi per l’assessore alla Sicurezza si tratta di un’altra sonora sconfitta visto che aveva apertamente e ripetutamente affermato che gli immigrati sulla gru non avrebbero mai avuto il permesso di soggiorno.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. IO CONCEDEREI AI "GRUISTI" ANCHE LA LICENZA DI TABACCAIO, UNA PENSIONE MINIMA. (1000 EURO AL MESE) E DUE RAZIONI GIORNALIERE DI KEBAB . SOLO COSI’ NON CI SENTIREMO DARE DEI RAZZISTI!!!
      CHE BRUTTA FINE STIAMO FACENDO….!!!!

    2. MESSAGGIO CANCELLATO DALLA REDAZIONE PERCHE’ CONTENEVA UNA DELLE SEGUENTI VIOLAZIONI ALLA POLITICA DEL SITO: – INSULTI O VOLGARITA’ – RAZZISMO EVIDENTE – SPAM – VIOLAZIONE DEL COPYRIGHT – CONSIDERAZIONI CHE NECESSITANO DI UN APPROFONDIMENTO ANCHE LEGALE – CONSIDERAZIONI VERSO TERZI PASSIBILI DI DENUNCIA. INVITIAMO L’INTERESSATO AD ATTENERSI ALLE REGOLE DEL BUON SENSO O SAREMO COSTRETTI, SU RICHIESTA, A SEGNALARE L’IDENTIFICATIVO DELLA SUA CONNESSIONE A CHI DI DOVERE. – NON SI APRONO DIBATTITI PER I MESSAGGI CANCELLATI: CHI VOLESSE SPIEGAZIONI SCRIVA A info@bsnews.it

    LEAVE A REPLY