Navigazione su Garda e Eridio, le competenze passano dalla Provincia al Consorzio

    0

    La Provincia di Brescia dal 2000 ad oggi, a seguito della riforma del Trasporto pubblico locale in Regione Lombardia, ha gestito le funzioni amministrative riguardanti la navigazione interna dei laghi presenti sul territorio provinciale. La stessa riforma affidava ai comuni tutte le altre competenze in materia di demanio portuale ed extra-portuale; i Comuni si consorziavano da subito, ed affidavano al Consorzio la gestione dell’intera materia delegata. La provincia ha designato un proprio ufficio apposito, che si è occupato delle autorizzazioni per le manifestazioni nautiche, del rilascio delle licenze di navigazione, dei certificati di navigabilità e la tenuta dei registri nautici.

    L’ Assessorato al trasporto pubblico locale dopo un attento esame ha deciso di sottoscrivere un protocollo d’intesa, approvato dalla Giunta, con il Consorzio dei Comuni della sponda bresciana del lago di Garda ed Idro e di affidare in via sperimentale le funzioni svolte fin ora dall’ufficio della Provincia. Il Consorzio da sempre si è occupato della riscossione dei canoni demaniali di tutti i Comuni, della manutenzione ordinaria e straordinaria del demanio lacuale e degli impianti adibiti a garantire la sicurezza della navigazione. “La scelta fatta dall’Assessorato – commenta l’assessore provinciale Corrado Ghirardelli– di sottoscrivere il protocollo d’intesa è stata presa per poter favorire gli utenti. Gli interessati, infatti, da oggi avranno un unico interlocutore in grado di comprendere al meglio le problematiche e le esigenze dell’intero bacino lacustre proprio perché presente sul territorio”.

    L’utenza dal giorno 20 maggio 2011 dovrà rivolgersi al Consorzio dei Comuni della sponda bresciana del lago di Garda e d’Idro situato a Salò. “Come Consorzio- commenta il Presidente Berardinelli – siamo pronti ad assorbire  le competenze svolte fin da ora dagli uffici della Provincia, poiché da tempo lavoriamo sul territorio e ci occupiamo di materia lacuale  Inoltre con questo passaggio di fatto il Consorzio assume la totalità delle funzioni riguardanti la navigazione, radicandosi sempre più sul territorio”. “Gia dall’inizio della settima prossima – conclude Ghirardelli – l’ufficio della navigazione della Provincia provvederà a dare tempestiva comunicazione del passaggio di competenze e non solo nei primi tempi fornirà un supporto tecnico e operativo perché il passaggio sia più snello e indolore possibile, sia per gli utenti che per il Consorzio stesso”.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY