Viale Piave, il Comitato Quartiere Sicuro “paparazza” lucciole e protettori

    0
    Bsnews whatsapp

    “Gli allontanamenti di prostitute da Viale Piave nello scorso fine settimana, non sono serviti a molto”. A dirlo è la portavoce del Comitato Quartiere Sicuro, che – con una nota – prende posizione sulla questione lucciole. Nel comunicato – con foto allegate – si parla di “sette frequentatrici abituali del viale nascostesi nell’avvistare i nostri flash” e si sottolinea che è “semplice individuare ‘protettori’ che stazionano tranquillamente sui gradini di un negozio vicino al supermercato: trattasi di 2 nord africani e uno dell’est, indifferenti alle due moto della polizia municipale transitate senza fermarsi per il controllo dei documenti”. “Avvistati i nostri flash”, continua la Balsamo, “anche i tre si sono allontanati con un furgone”. Il Comitato quindi ribadisce l’istanza, già presentata al Comune, di incrementare dell’illuminazione pubblica nel viale e chiede nuovamente al Prefetto e al Questore, il Poliziotto-Carabiniere di Quartiere”.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. la balsamo invece di fare i comunicati stampa, visto che è cosi brava ed è cosi semplice individuare i protettori, perchè non li va a denunciare che facciamo prima??

    2. sara la battaglia è molto dura, sono sicura che presto io e la mia principessina possiamo tranquillamente andare a prendere un gelato…

    3. perchè fare quello che fa la Balsamo le serve solo a farsi bella…invece di continuare a criticare chi cerca di intervenire con i mezzi che ha per tamponare il problema, perchè come ben sa la Balsamo il fenomeno della prostituzione non si puo’ definitivamente risolvere, visto che almeno per adesso non è reato; vada a denunciare i protettori visto che dice di sapere chi sono…almeno fa qualcosa di concreto…e magari di utile

    4. a utente non registrato: non credo la Balsamo abbia bisogno di farsi bella in questo modo..credo sia comunque uno "sbattimento"..da quel che vedo, il Comitato si dà un bel da fare, per riqualificare la zona…che vuol dire anche SEGNALARE alle AUTORITA’ competenti qualsiasi tipo di problema o necessità testimoniata dai cittadini.
      Non sarebbe male se lo facessimo tutti..

    5. il testo del comunicato stampa inviato a nome del comitato NON E’ CORRISPONDENTE A QUANTO SCRITTO SUL VOSTRO SITO. PER INFORMAZIONE DEI LETTORI E CORRETTEZZA NEI LORO CONFRONTI RIPORTIAMO DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE.
      COMUNICATO STAMPA
      Gli allontanamenti di prostitute da Viale Piave nello scorso fine settimana, non sono serviti a molto. Una delle prostitute al lavoro, facilmente identificabile dalla fotografia- rappresenta una minima parte delle oltre 7 frequentatrici abituali del viale nascostesi nell’avvistare i nostri flash.

      Semplice individuare ” protettori” stazionanti tranquillamente sui gradini di un negozio vicino al supermercato.Trattasi di 2 nord africani ed uno dell’est, indifferenti alle due moto della polizia municipale transitate senza fermarsi per il controllo dei documenti. Avvistati i nostri flash anche i tre si sono allontanati con un furgone – tipo Fiat targato Venezia, molto vecchio di un color turchese-. Nelle altre immagini, un piccolo esempio di ciò che ogni mattina residenti e lavoratori trovano nei propri cortili, non sono necessari ulteriori commenti. Sollecitiamo l’istanza, già presentata, di incremento dell’illuminazione pubblica nel viale e chiediamo nuovamente al Prefetto ed al Questore, il Poliziotto- Carabiniere di Quartiere. Vogliamo ringraziare tutti gli agenti delle forze dell’ordine, spesso intervenuti su nostra chiamata, zelanti e cordiali nonostante la situazione in cui vertono a causa degli ingenti tagli di bilancio apportati dalla recente finanziaria.

      Sara Balsamo, portavoce del Comitato Quartiere Sicuro

    6. Bene la denuncia. Adesso tocca alle forze preposte, in particolare a quelle guidate dal tanto osannato ed autoincesato Maroni, operare per individuare i protettori, maggiori colpevoli, ed allontanare le lavoratrici del pube.

    RISPONDI