Napolitano: “Ogni sforzo per raggiungere la verità”

    0

    “A trentasette anni dalla strage che sconvolse la città di Brescia e l’Italia intera, rivolgo il mio pensiero deferente e partecipe ai famigliari delle otto innocenti vittime e ai tanti feriti di quel barbaro attentato terroristico”. Lo ha scritto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio inviato al Sindaco di Brescia, Adriano Paroli, in occasione dell’anniversario della strage di Piazza della Loggia.

    “Come ho sottolineato lo scorso 9 maggio in occasione della celebrazione del ‘Giorno della Memoria’ – ha continuato il Presidente Napolitano – la perpetuazione del ricordo di quegli anni che hanno insanguinato il Paese non costituisce solo un doveroso e commosso omaggio alle vittime; bensì concorre anche alla costruzione di una memoria collettiva che consenta di trarre insegnamento e forza da quelle tragedie e contribuisce a scongiurare il rischio che possano ripetersi. A Brescia, quel 28 maggio del 1974, i percorsi di vita di inermi cittadini furono scardinati dalla violenza di ciechi disegni distruttivi non ancora chiariti nonostante la lunga e tormentata vicenda di inchieste parlamentari, investigazioni e processi”.

    “Oggi, più che mai, – ha sottolineato il Capo dello Stato – ogni ulteriore e possibile sforzo va perciò compiuto per consentire all’autorità giudiziaria di giungere ad attese ed esaurienti conclusioni di verità e giustizia, facendo finalmente luce sulle responsabilità individuali e non solo su quelle di ideazione ed esecuzione dell’orrenda strage”.

    “Con questi sentimenti – ha concluso il Presidente – esprimo a lei, signor Sindaco e all’associazione che rappresenta i famigliari delle vittime l’affettuosa vicinanza mia e dell’intero Paese, che a voi si stringe commosso”.  

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Ma visto che ogni tanto rispuntano le polemiche sul segrato di stato (mancherebbero ancora i decreti attuativi), Napolitano non può fare nulla? Questi messaggi sono belli e importanti, ma visto che – anche stando all’intervista di Milani pubblicata su questo sito – ci sono ancora resistenze di alcuni apparati dello stato a dire tutto quello che sanno, forse sarebbe più utile smuovere qualche ingranaggio…

    LEAVE A REPLY