Clandestini, Lega contro Cgil. Rinaldi: prendono in giro i lavoratori bresciani

    0

    La Cgil, in collaborazione con alcune associazioni che difendono i diritti degli immigrati, ha presentato alla sezione lavoro del tribunale civile di Brescia, una causa per discriminazione contro il ministero dell’Interno e la Prefettura di Brescia, chiedendo inoltre che ciascun immigrato la cui richiesta di regolarizzazione sia stata rigettata a causa del reato di clandestinità, riceva 400€ al mese a partire dall’entrata in vigore della pronuncia della Corte di giustizia (28 aprile 2011).

    Nel merito di questa istanza, è intervenuto il segretario cittadino della Lega nord di Brescia, Matteo Rinaldi:

    “È veramente una richiesta vergognosa! – ha dichiarato – Si tratta di un sonoro schiaffo rifilato a tutti i pensionati e agli operai bresciani, in particolare a quelli ancora iscritti alla Cgil che magari faticano ad arrivare alla fine del mese, ma che con l’illusione di difendere i propri diritti pagano la tessera di un sindacato che oramai si occupa soltanto degli stranieri extracomunitari, meglio se clandestini”.

    “Questa iniziativa – prosegue Rinaldi – è la rinnovata conferma, quella definitiva, di come la Cgil punti a favorire l’insediamento indiscriminato e incontrollato degli immigrati, per aizzarli come nuovo proletariato e per riproporre un clima di tensione sociale di cui evidentemente sono molto nostalgici, ma che non può fare altro che male alla nostra città e a tutti i bresciani”.

    “La Lega nord – conclude il segretario cittadino – si batterà in tutte le sedi competenti per far rispettare le regole, ribadendo che le false badanti che da mesi sono protagoniste di sceneggiate continue, sono in realtà immigrati clandestini che vanno espulsi e rimpatriati e per i quali nessuna sanatoria potrà mai essere ammessa”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. la lega continua a creare discriminazioni che poi dobbiamo pagare tutti. con il bonus (malus) bebè stiamo ancora pagando i continui ricorsi di rolfi in tribunale. ad adro i cittadini dovranno pagare gli errori del loro sindaco. il continuo ostinarsi a creare conflitti a tutti i costi produce un danno enorme. se ci sono immigrati che vogliono lavorare in regola, facciamoli lavorare. li vogliamo a tutti i costi i clandesrtini?

    2. PUR NON ESSENDO LEGHISTA ,DEVO DIRE RIGUARDO AL BONUS BEBE ,CHE L’IDEA DI PREDISPORRE DELLE AGEVOLAZIONI ANCHE E SOLO PER I NOSTRI NON MI SEMBRA SBAGLIATO. QUANTO POI AI CLANDESTINI, LA PAROLA STESSA LO DICE, NON DOVREBBERO NEPPURE ESSERE QUA. E LORO PRESENZA (ILLEGALE) SI RIPERCUOTE NEGATIVAMENTE ANCHE SUI LAVORATORI ITALIANI E…BRESCIANI.

    3. 400€ al mese per i clandestini?? è la stessa cifra che prende un pensionato bresciano con 30 anni di lavoro massacrante in fabbrica alle spalle!!! Stavolta la Lega ha ragione… E’ UNA VERGOGNA!!!

    4. l’ultimo ricorso del comune di brescia, voluto dalla lega, è stato respinto a febbraio e pagato con i nostri soldi.
      speriamo sia veramente l’ultimo e che la lega rispetti le leggi.

    5. la lega sta prendendo i voti solo con questi tipi di parole ,la lega gioca su la paura crea una clima di paura poi fa questi gesti su le immigrati chi sicuramente hanno ragione perche anche se prendono 400euro e gia poco perche loro hanno pagato tanto per questi documenti pensate ci sono qualcuni chi hanno pagato fino adesso circa 10,000 euro e nn hanno ottenuti il permesso,la lega nn vuole risolvere questo piccolo problema perche l’unica arma chi c’ha e le CLANDESTINI niente altro ,pensate per questa problema ci basta un SI della prefettura ,senza dimenticare che il consiglio di stato ha dato ragione a questi clandestini chi sono l’unica campagnia elettorale della lega ,e la lega li vogliano rimanere cosi per ottenere i vostri voti ,ciao tutti.

    6. diro’ a mio padre di rinunciare alla cittadinanza italiana,e di diventare cklandestinjo,prende 358 euro al mese,42 euro in piu gli faranno comodo……..complimenti ai signori,ma riescono a guardarsi allo specchio?

    7. a questo punto,credo,sia il caso che i cittadini bresciani facciano causa alla cgil per discriminazione razziale………..

    LEAVE A REPLY