Paroli: “Il biglietto della metro? I residenti pagheranno la metà”

    0
    Bsnews whatsapp
    I residenti di Brescia potrebbero pagare il biglietto della metrò la metà degli altri passeggeri. L’ipotesi – ancora tutta da studiare – è stata lanciata oggi dal sindaco di Brescia Adriano Paroli. Parlando dell’introduzione dell’addizionale Irpef, provvedimento legato alla copertura dei costi della metropolitana ("se non ci fosse stata la metro non l’avremmo di certo introdotta"), il primo cittadino ha spiegato che la volontà dell’amministrazione è quella di non far pagare l’opera due volte. "E’ la stessa logica dello sconto per i parcheggi" ha detto. "I cittadini bresciani li hanno già pagati negli anni con le loro tasse. E’ giusto che li paghino meno di chi viene da fuori". Ora che ai residenti in città viene chiesto di pagare il conto del metrobus con l’addizionale, Paroli spera di poter "restituire" questi soldi scontando il ticket del metrò. "Mi auguro che riusciremo a far sì che i residenti a Brescia possano avere le stesse agevolazioni sul mezzo pubblico di quelle che avranno sui parcheggi" ha detto. 

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Secondo me il Sig. Sindaco non sa quel che dice. Mi toglie dalle tasche dei soldi con l’addizionale Irpef per pagare la metro e poi me li restituisce dimezzandomi il biglietto della metro. Robe da chiodi!

    2. Addizionale IRPEF e sconto sul biglietto? Ma Rolfi non si rende conto che, in pratica, sta dicendo che la metro la pagherà solo chi non la usa?

    3. Ma che cavolata è, cosi se uno lavora in città e viene da fuori lo paga il doppio il biglietto o l’abbonamento?
      Ma stiamo qua a farci governare la vcitta da 4 vecchi che non sanno nemmeno come gira il mondo, ci vuole innovazione,guardate che skifo che fa il centro con macchine dappertutto, ma quando vi decidete a chiudere tutto e fare area pedonale sto centro benedetto, che in italia siamo rimasti gli unici messi cosi? tanti saluti e viva Brescia, nonche l’Italia hehehe

    RISPONDI