Sistema Sud Ovest Bresciano: archiviato un altro anno di crescita

    0

    355 mila. Tanti sono i prestiti di libri, cd musicali e dvd effettuati nel 2010 nelle 24 biblioteche del sud ovest bresciano che fanno capo al Sistema con sede a Chiari.

    L’occasione di fare il punto della situazione sui dati di funzionamento e sui servizi offerti alla cittadinanza è stata fornita dalla periodica riunione dei sindaci e degli assessori, che si sono trovati presso la biblioteca di Chiari lo scorso 21 giugno. La consulta, particolarmente attesa vista la prima partecipazione da parte di due nuove amministrazioni comunali, quelle di Ospitaletto (presente il neo-sindaco Giovanni Sarnico) e Castel Mella (ha partecipato il delegato Alessandro Benedini) si è svolta in un clima sereno e costruttivo sotto la guida della presidente Ebe Radici, rappresentante del comune di Rovato. Tanti i punti all’ordine del giorno, a partire dall’esposizione da parte del direttore Fabio Bazzoli del Piano 2011, il documento che tira le somme sui dati di funzionamento e di bilancio dell’anno 2010. Per quanto riguarda le cifre il 2010 si è chiuso con una spesa totale di esercizio pari a 298 mila euro, erogati per supportare la normale, ordinaria (ma solo perché costante nel tempo) attività delle biblioteche e per organizzare il ciclo di spettacoli nei vari comuni, la gara di lettura destinata alle scuole del territorio e il concorso letterario all’interno della Rassegna della Microeditoria.

    Una voce importante nei capitoli di spesa è quella rappresentata dal prestito interbibliotecario, il servizio che consente ad ogni cittadino di ritirare nella propria biblioteca uno qualsiasi dei 3 milioni e mezzo di libri presenti in tutta la provincia di Brescia, in quella di Cremona e anche di Mantova. Il tutto nell’arco di pochi, pochissimi giorni e senza alcuna tariffa per l’utente.

    Soldi spesi bene quelli del Sistema Sud Ovest, verrebbe da dire, visto che i soli prestiti interbibliotecari ricevuti nel corso del 2010 (34.099 in totale) hanno comportato un beneficio economico complessivo pari a 511.485 euro a fronte di una spesa di 24mila euro. Se allargato alle altre voci il beneficio economico complessivamente generato da un organismo come il Sistema Bibliotecario è pari a 747.692 euro, soldi virtuosamente risparmiati dai singoli comuni (68mila euro da parte del comune di Chiari, 60 mila euro da parte di Rovato e Roncadelle, 48 mila da Ospitaletto, 40 mila da Cazzago San Martino e Travagliato e via così fino al comune più piccolo, Maclodio, che ha realizzato risparmi pari a ben 12 mila euro). Le amministrazioni comunali continuano a credere ed investire nel servizio di pubblica lettura, e i risultati non si fanno attendere. La quota di adesione al sistema pagata da ogni comune, ricordiamolo, è pari a 1 euro per abitante. E proprio l’abitante, il singolo cittadino, e non solo l’amministratore è il soggetto per il quale è stato pensato, redatto ed infine approvato dai 24 comuni il Piano 2011, il documento che racchiude al suo interno tutti i dati statistici del Sistema e anche un lunga parte descrittiva, corredata da fotografie, che parla delle singole biblioteche. Leggendo (è disponibile sul sito internet del sistema, a partire dalla pagina www.sistemasudovestbresciano.it) si può scoprire ad esempio quali sono le attività organizzate a Ospitaletto per i primi lettori, quelli da 0 a 3 anni d’età, oppure conoscere quali sono i servizi offerti nella nuova, bellissima biblioteca di Rovato o ancora conoscere quali sono le biblioteche nelle quali gli studenti possono andare a studiare con il proprio pc portatile usufruendo della rete wi-fi gratuita. Tra le novità particolarmente importanti riguardo al 2010 sono da segnalare le inaugurazione delle tre nuove biblioteche di Lograto, Maclodio e appunto Rovato, una biblioteca dalla superficie totale di oltre 1500 metri quadrati, con 120 posti a sedere per studio e lettura, 12 postazioni tra internet, audio e video e 1 postazione specifica per ipovedenti.

    (Nell’immagine la nuova sede della Biblioteca di Maclodio)

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY