Capriano, il Comune dice no alla centrale a biomasse

    0

    Voto unanime: il Consiglio di Capriano del Colle dice NO alla costruzione di una centrale a biomasse.

    La Sei, Società Energetica Italiana incassa un forte dissenso circa la possibilità di costruire la centrale a biomasse, un impianto in grado di produrre energia elettrica e calore bruciando biomasse, scarti vegetali e semi energetici, come la colza (che, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe coltivata in Sudamerica e trasportata nella bassa tramite nave). Il sindaco Claudio Lamberti plaude alla compattezza espressa dal Consiglio, un modo per ribadire con forza il parere contrario non solo degli amministratori ma anche della popolazione, di cui il Consiglio è espressione. Da parte loro le minoranze di Lega Nord e della lista civica hanno manifestato il loro rammarico per non essere state informate a dovere dall’amministrazione, a conoscenza del progetto da ormai due mesi, che si è limitata a chiedere il voto contrario.

    Se il comune ha giocato le proprie carte nella delicata partita, ora la mano passa alla Conferenza dei Servizi, nella quale verranno messe sul tavolo tutte le potenzialità e le criticità di un impianto del genere (della potenza complessiva di 3,8 megawatt). Provincia di Brescia, Arpa ed Asl.   

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY