Caccia in deroga, la Lega valtrumplina “esulta”

    0
    Bsnews whatsapp

    Esulta la Lega Nord per l’approvazione della legge sulla caccia in deroga. In particolare chi sottolinea l’importanza di questa legge approvata venerdì scorso dal Consiglio Regionale della Lombardia è l’intera Circoscrizione della Lega Nord Valle Trompia che da sempre si è battuta e portato avanti con i propri rappresentanti la difesa della tradizione venatoria. Esprimono piena soddisfazione il segretario della Lega Nord triumplina Matteo Micheli con il vice-coordinatore Sergio Belleri sottolineando che “per la nostra valle si tratta di un risultato davvero importante per le centinaia di aziende e famiglie che gravitano attorno al mondo venatorio triumplino anche al suo considerevole indotto. La Lega Nord ha dimostrato per l’ennesima volta che ha a cuore la caccia perchè lo ha nel DNA e non lo fa per qualche voto in più o per accontentare qualche dirigente di associazione del settore”. Intervenuti alla conferenza stampa vi erano i due consiglieri regionali bresciani del movimento padano, il triumplino Alessandro Marelli, membro della commissione agricoltura e caccia in Regione, ed il rovatese Pierluigi Toscani membro della commissione territorio anche lui battagliero da sempre sulla questione. Marelli esprime soddisfazione per il voto favorevole del Consiglio poiché “è stato portato a casa il provvedimento dopo 1 anno di lavoro; abbiamo dimostrato per l’ennesima volta di considerare prioritario senza se e senza ma questa legge. Grande unità e compattezza del nostro movimento, in aula erano presenti tutti e 20 i consiglieri leghisti e all’unanimità abbiamo votato favorevolmente”. Marelli sottolinea che il risultato è ancora più positivo visto che si è riusciti a superare i 100 emendamenti ostruzionistici presentati da Italia dei Valori e da SEL.

    Il collega Toscani ribadisce la sua soddisfazione perché considera la caccia una tradizione fondamentale per il bresciano e la bergamasca. Il 20 settembre ricorda che “ si avrà la legge sui roccoli e anche in quella occasione la Lega non farà mancare il suo voto favorevole; sulla legge inoltre ricordo che è stato fatto un forte lavoro sui consiglieri e francamente mi sono rso conto – continua Toscani – che molti colleghi di altri partiti ad esclusione di quelli bergamaschi e bresciani, non sapevano neppure di cosa si parlava”. Mozione del gruppo leghista in Consiglio che vede tra i firmatari Marelli e Toscani è quella con cui si chiede che la regione Lombardia faccia ricorso al TAR contro l’ISPRA per inadempienza (come in passato è stato fatto dalla Regione Toscana); non fa nulla, ha un presidente nominato ancora dall’ex Ministro Pecoraro Scanio del SEL da sempre contrario alla caccia ed è pagato dalle nostre tasse; si chiede inoltre che questo organo non dipenda più dal Ministero dell’Ambiente ma da quello dell’Agricoltura.        

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. quando c’è da devastare il territorio e l’ambiante la lega esulta sempre. patetici cacciatori armati fino ai denti che se la prendono con uccellini minuscoli.

    2. Ma sì, i cacciatori sono un bel bacino di voti. Chi li può contestare? C’è anche una caccia corretta, senza deroghe e che tiene in considerazione anche i tempi degli animali, non solo quelli dei cacciatori. Poi non lamentiamoci se abbiamo un territorio così disastrato. La Lega ama stare con questa gente e con i disonesti che sforano le quote latte che ancora non hanno pagato le sacrosante multe. Bravi

    RISPONDI