Nuove rastrelliere in centro storico. Rolfi e Labolani: “Ora nessuno dica che non ci sono i parcheggi per le bici”

    0
    Bsnews whatsapp

    Dopo le polemiche dei mesi scorsi, continua il potenziamento dei posti bicicletta per la sosta regolare nel centro storico della città. L’amministrazione comunale provvederà da domani, mercoledì 3 agosto, a far installare altre 15 rastrelliere per la sosta delle biciclette in piazza Vittoria, piazza Paolo VI, corso Mameli, via F.lli Porcellaga, Court dei Pulì, piazzetta Vescovado, corso Garibaldi e corso Palestro. Saranno  posizionate quindi 15 strutture per un totale di 60 posti singoli.

    “Ora nessuno può dire che in centro storico non ci sono sufficienti parcheggi per le biciclette. – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Mobilità e traffico del Comune di Brescia, Fabio Rolfi – Stiamo promuovendo in maniera davvero importante la mobilità sostenibile nelle zone principali della città: il servizio bike-sharing BiciMia è il più sfruttato d’Italia e verrà ulteriormente implementato a breve con nuove postazioni, le piazze più importanti sono state o saranno presto pedonalizzate e ora con queste nuove installazioni andiamo a sopperire in maniera totale a una carenza storica di Brescia: le rastrelliere per il posteggio delle biciclette”.

    “Siamo di fronte a una rivoluzione vera e propria che renderà il nostro centro città più vivibile e più attrattivo nei confronti di chi viene dalla provincia e dei turisti. – Ha aggiunto Mario Labolani, assessore al Centro storico – Abbiamo individuato i luoghi strategici dove posizionare queste strutture, per consentire a chi utilizza il mezzo di trasporto alternativo all’automobile di arrivare a ridosso del centro storico avendo sempre a disposizione spazi adibiti esclusivamente al parcheggio della propria bicicletta”.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Su quaetsa faccenda si sono probabilemte fatte troppo polemiche, ma una cosa mi sembra ovvia: Rolfi e Labolani hanno sbagliato i tempi. PRIMA dovevano mettere le rastrelliere e POI fare l’ordinanza contro la sosta selvaggia. PRIMA dovevano scontare il parcheggio in stazione, e POI rimuovere le bici. Diciamo meglio tardi che mai…

    2. La differenza tra destra e sinistra e che noi lavoriamo FACCIAMO magari facendo anche degli errori mentre la sinistra pensa solo all’ideologia e alla contrapposizione

    3. Visto che si è scavato anche in camera da letto del Presidente del Consiglio , mi sa che la parte che non si può toccare è proprio quella a Lui opposta…come sembrano dimostrare i fatti…se si vuol essere obiettivi

    4. ma pur essendo "l’utilizzatore finale" di giovani minorenni anche se "nipoti di moubarak", come certificato con voto alla Camera anche dal sindaco Paroli, è ancora in circolazione. Questi sono fatti non parole

    5. Il problema poveri Labolani e Rolfi è stato quando vi siete accaniti contro le bici senza neanche mettere le rastrelliere che solo ora, dopo la protesta fulminante delle centinaia di cittadini, vi siete prodigati a sistemare. Ora bisogna realizzare la mobilità sostenibile per poterle far circolare senza i tanti pericoli che ancora persistono sulle strade della città, senza parlare di quelle del centro storico che avete reso invivibile con la liberalizzazione degli accessi, grazie alla sciagurata rimozione di garn parte delle ZTL. Vi teniamo il fiato sul collo!

    6. Ammettiamo x un momento ke i due + belli della Giunta, Rolfi e Labolani, ci dicano la verità, ovvero ke da oggi ci sono posti x le bici suff. Allora xkè avevano iniziato a multare ki usa le bici già 2 mesi fa??? Xkè volevano fare la parte dei cattivi a tt i costi o solamente adesso pongono rimedio al loro errore in quanto le proteste dei cittadini sn state talmente forti ke perfino loro hanno dovuto tenerne conto???

    7. Ma avete capito che le multe erano solo per le biciclette parcheggiate sul piazzale della stazione e sotto i portici? SVEGLIATEVI e siate obiettivi

    RISPONDI