“Ultime serate d’estate sull’aia”, da venerdì appuntamento a Bagnolo Mella

    0

    Ritorna anche quest’anno "Ultime serate d’estate sull’Aia" manifestazione che impegna per un intero fine settimana il personale della Pro Loco di Bagnolo Mella che organizza l’evento, giunto quest’anno alla sua quarta edizione, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e di quella Provinciale e con la collaborazione dell’UNPLI (Unione Nzionale Pro Loco d’Italia) e della sezione bagnolese della Protezione Civile.

    "Dare importanza all’evoluzione che il nostro territorio ha subito e alla storia che ha generato la società bagnolese di oggi è uno dei compiti che la Pro Loco si è data nel tempo: la riscoperta delle tradizioni ed  il cercare di raccontarle attraverso le manifestazioni che proponiamo è uno degli obiettivi principali della vita dell’associazione» spiega Wladimiro Panni, presidente del sodalizio. «Il nostro è un territorio pianeggiante, che possiamo facilmente suddividere in due metà, la parte occidentale  del territorio, dove la terra è ricca, e la zona orientale caratterizzata da formazioni di zone di tipo paludoso; non è una novità per noi sentir dire che Bagnöl è un comune di estrazione sicuramente rurale e basta guardare un po’ in giro per vedere tutto attorno grandi estensioni di campi coltivati e numerose aziende agricole su cui ad oggi ancora si fonda buona parte della nostra economia".

    Il titolo della manifestazione non è certo scelto a caso. "L’aia è quel grande cortile che ha sempre caratterizzato l’edilizia rurale lombarda, è l’ elemento su cui si fondano le tradizioni contadine che tanto insistiamo a ricercare. L’Aia è la piazza della cascina dove i mezzadri e le loro famiglie abitavano, il luogo d’incontro per eccellenza assieme alla stalla. E’ probabilmente anche il luogo dove si poteva festeggiare tutti insieme qualche evento particolare. Per questo motivo l’Aia è il luogo che quattro anni fa è stato scelto per proporre una festa: è imprescindibile, l’aia fa parte della nostra memoria, del nostro vissuto".

    Anche quest’anno la festa si terrà alla Cascina Dosso in via Solforino. Venerdì 9 settembre alle ore 19,00 apertura ufficiale dei battenti con un aperitivo a cui seguirà, per chi lo vuole, una cena speciale (su prenotazione) a base di cinghiale. Sabato dalle 18,30 in poi si potranno visitare i mercatini dell’enogastronomia e si potrà cenare (sempre solo su prenotazione) con lo spiedo bresciano. Domenica sarà invece dedicata ai più piccoli che troveranno ad attenderli dalle 14,30 una schiera di attrazioni: da Bugs Bunny, al truccabimbi e clown, passando per il calesse coi cavalli ed arrivando ai gonfiabili. Cena con menù a scelta per altro disponibile anche nelle altre serate.

    L’intrattenimeno musicale sarà curato, a partire dalle ore 21.00, dal DJ Paolo Facis di Radio Super venerdì, dall’orchestra "Quelli della notte" sabato e dal DJ Mario, sempre di radio Super, la domenica.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY