Spese di rappresentanza, anche la giunta Corsini sotto la lente di ingrandimento dei giudici?

    35

    La Loggia aveva promesso che sarebbe passata al contrattacco. E l’ha fatto. Secondo quanto riferisce l’articolo di Italia Brontesi pubblicato questa mattina su Il Giorno, infatti, nella guerra tra maggioranza e opposizione su carte di credito e spese “facili” si è aperto un nuovo fronte. Nei giorni scorsi, la segreteria generale della Loggia ha scritto una lettera alla Corte dei conti per avere chiarimenti “in merito alle spese sostenute dalla giunta di centrosinistra e per chiedere di verificare se quelle spese possano costituire un danno erariale di cui il Comune debba essere rimborsato”. Insomma: anche l’operato dell’amministrazione Corsini potrebbe finire sotto la lente di ingrandimento dei giudici contabili. Secondo la segreteria, infatti, alcune spese della sua giunta – per quanto non pagate con carte di credito, ma con ricevute poi rimborsate – sarebbero state simili a quelle degli assessori in carica. E si citano due esempi: “Come al ristorante di via Beccaria, in città, il 19 novembre del 2007, tre coperti, pesce crudo, 4 ostriche a testa, trenette crostacei, sorbetto, una bottiglia di Bellavista, un conto di 240,50 euro per ‘ospiti del sindaco’. Oppure ‘pranzo istituzionale’, niente nomi o qualifiche, il 22 marzo del 2007 Al Frate 6 coperti, 148,70 euro”. Ad esprimersi nel merito saranno i giudici. Ma la polemica è già riaperta.

     

    Comments

    comments

    35 COMMENTS

    1. SONO CASI BEN DIVERSI……… E POI LA CENA AL FRATE SONO 20 EURO A TESTA, MENO DI UNA PIZZA!!!!! INOLTRE IL GIORNO DIMENTICA DI DIRE CHI ERANO GLI INVITATI ALLA CENA DA 240 EURO: MAGARI ERA UN MINISTRO CHE ERA QUI PER FARE QUALCOSA PER BRESCIA… CHE FAI? LO FAI PAGARE?

    2. 20 euro meno di una pizza? guarda che ti fregano con 10 euro margherita bibita e caffè…….non attaccarti ai vetri per giustificare la sinistra,chiunque sbaglia (se verrà dimostrato)paga.

    3. se i 240 € sono stati spesi perché avevamo ospite un ministro niente da dire… anche se personalmente, a un Ministro della Repubblica in visita a Brescia, offrirei i casoncelli al burro versato, mica le ostriche! siamo mica in Normandia!!!

    4. Quando ero piccolo e la mia mamma mi beccava con le mani nella marmellata, per istinto mi era naturale evitare di dire "ma anche mia sorella lo ha fatto", per due motivi: uno che sapevo già che non si fa la spia, due che non mi conveniva, perchè la mia perfida sorellina mi avrebbe sputtanato in mille altre cose.
      Ecco, Paroli e compagnia bella hanno dimostrato di essere molto più infantili di quanto non lo siano gli infanti. Se per caso la corte dei conti giudicasse congrue le spese di Corsini farebbero una figura ancora più di m……. di quanto non abbiano già fatto, se invece si dimostrasse che anche Corsini ha speso qualche lira incongruamente farebbero solo la figura di essere in buona compagnia nei comportamenti illeciti. E allora??

    5. E allora se si verificasse la seconda delle Sue ipotesi , sarebbe poi difficile ergersi a "moralizzatori"………
      La Giunta Paroli cosa doveva fare ? Ovvio che reagisse così….chi l’ha fa l’aspetti, no?

    6. Se poi non emergessero irregolarità, meglio per tutti… e che quando si adisce alla Magistratura non si sa mai come andranno a finire le cose

    7. ma i 50mila euro versati di persona da Paroli, sono ancora nelle casse del Comune. 50 mila euro in cene che lo stesso Paroli , evidentemente, ritiene improprie.

    8. oppure per evitare ulteriori "discussioni" ha preferito pagare, quindi (e questo è un dato oggettivo)non c’è stato danno erariale; in altre parole questi soldi non pesano sui bresciani…..adesso vedremo
      attendiamo gli sviluppi

    9. Ma perché se i Ministri erano ospiti di Paroli si grida allo scandalo e se invece ad invitarli era l’ex sindaco Corsini allora è ragionevole?
      Ma siete ridicoli, spero diano le cifre totali di quanto a speso Corsini nella sua legislatura per questo tipo di "attività". Allora saranno graditi i confronti e i commenti. Buon appetito!

    10. Ve li ricordate i 600 pirli offerti in piazzale Arnaldo per la campagna per la sicurezza stradale? Solo questo potrebbe bastare per qualificare la Giunta Paroli!

    11. oddio sembra che si stiano arrampicando sui vetri quelli del centro dx. Poi stanno riaprendo un argomento che li ha distrutti sotto il piano della reputazione, si stanno ancor di più tirando la zappa sui piedi… son ridicoli

    12. 50 EURO SONO IL TOTALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA DI 12 ASSESSORI IN 2 ANNI. I 240 EURO INVECE SONO PER UNA CENA A BASE DI OSTRICHE DI CORSINI, PAGATA DAI BRESCIANI

    13. 240 contro 50mila. paroli ha già dovuto rimborsare tutti i 50mila euro in cene, per corsini bisogna prima dimostrare che la spesa non era giustificata. l’iniziativa della segreteria della loggia è un boomerang.

    14. Paroli ha VOLUTO, non DOVUTO…..
      Corsini vedremo…ovvio che la Giunta Paroli reagisse….se poi le spese di Corsini risulteranno in regola penso possa essere positivo per tutti i bresciani…..Mi sarei stupita del contrario (cioè del fatto che Paroli e la sua Giunta non reagissero,,)

    15. Messaggio cancellato dalla redazione perché conteneva una o più delle seguenti violazioni alla politica del sito. 1) Insulti o volgarità 2) Affermazioni razziste 3) Spam 4) Denial of service 5) Violazione del Copyright 6) Considerazioni che necessitano di approfondimento legale 7) Considerazioni passibili di denuncia verso terzi 8) Utilizzo di nickname con nome e cognome senza registrazione verificata. Invitiamo l’interessato ad attenersi alle regole del buon senso, della netiquette e alle leggi dello Stato. In caso di gravi e/o ripetute violazioni saremo costretti a segnalare l’identificativo della connessione a chi di dovere. Non si aprono dibattiti pubblici sulle cancellazioni. Chi volesse spiegazioni scriva a: info@bsnews.it

    16. Il problema vero è che i destri lo sanno anche loro di essere su questo argomento dei poveri patetici, ma non si rassegnano all’evidenza! Se i fatti, ora contestati al centro sinistra dimostreranno il contrario, penso che a questo punto tutta l’attuale Amministrazione si dovrebbe dimettere sotto l’impulso dei suoi elettori coerenti. Se, diversamente, verranno riconosciuti errori imputabili alla giunta Corsini, oltre a restituire il maltolto, gli ex assessori dovranno chiedere pubblica ammenda alla città ed ai propri elettori. Così vuole il buon governo del denaro pubblico.

    17. se paroli ha rimborsato vuol dire che riconosce l’irregolarità dei suoi assessori. per corsini valgono ovviamente le stesse regole, ma va dimostrato prima che le spese erano irregolari.

    18. Appunto…attendiamo
      Per il momento ciò che è certo è che la Giunta Paroli non ha commesso alcun reato e che non c’è stato alcun danno erariale
      Adesso attendiamo…..che vengano controllate tutte le spese dei 10 anni di giunta Corsini.Magari non emergerà nulla ed allora saremo tutti contenti ma era più che ovvio che la giunta Paroli reagisse, sarebbe stato incomprensibile il contrario

    LEAVE A REPLY