Successo per la biciclettata alcolica in centro. Patenti salve, ma la sicurezza è a rischio

    59

    (a.t.) Qualcuno, forse, nella serata di ieri ha visto un centinaio di giovani vocianti sfrecciare nelle vie del centro storico a cavallo di una due ruote. Si trattava della quinta edizione della “Biciclettata alcolica”, un evento virale promosso via internet che proponeva – pedalando in compagnia – di far tappa nei principali luoghi di aggregazione della città (tra cui piazzale Arnaldo e Borgho Wuhrer) usufruendo di sconti sulle consumazioni ed evitando il rischio del ritiro della patente. Peccato che a chi ha visto passare il serpentone nell’incrocio di piazzale Arnaldo il dubbio sulla sicurezza dell’iniziativa sia venuto. Diversi, infatti, sono i giovani che – in probabile stato di alterazione – hanno attraversato senza aspettare il verde (alcuni addirittura con la bevanda in mano) e senza la tutela di un rappresentante delle forze dell’ordine a fermare il traffico, tagliando quindi la strada alle auto dirette in direzione Sud e imprecando addirittura contro gli automobilisti. E non sarebbe stato un caso isolato. Insomma: la patente era "al sicuro", l’incolumità di alcuni giovani – al di là del fatto che si siano verificati incidenti o meno – un po’ meno.

    Comments

    comments

    59 COMMENTS

    1. Ogni pretesto è buono per far bere la gente. Penoso e fuori legge. Anche i ciclisti devono rispettare il codice stradale, compreso il divieto di bere. Assurdo!

    2. Non è vero che i vigili erano in piazza Arnaldo a far parcheggiare i suv sulle aiuole.A quello ci pensano i fratelli africani, desiderosi d’integrarsi, al punto di offrire anche pochi euro agli automobilisti, momentaneamente senza spiccioli, per l’aperitivo.

    3. L’iniziativa è molto interessante visto che si pruomove una serata alternativa alla solita monotonia della movida notturna bresciana….Non sono d’accordo con l’autore di questo spazio di cronaca quando scrive che il centinaio di giovani "SFRECCIAVA" per le vie del centro storico perchè cosi a me non pareva(il termine usato mi sembra abbastanza un’iperbole)…speravo che un "giornalista" adoperasse in modo corretto i vocaboli della lingua italiana, se si fa cronaca almeno si fa bene e non raccontare per sentito dire…Un secondo punto che mi trova in disaccordo è quando l’autore ha scritto che si beve e si va in bici per evitare il rischio del ritiro patente…ASSOLUTAMENTE NO!! Non capisco da cosa si sia dedotta un’idea di questo tipo, ci si sposta in bici per passare una serata abbastanza alternativa e singolare, inoltre spostandosi sulle due ruote si risolve il problema del parcheggio di Piazza Arnaldo visto che è sempre un terno al lotto riuscire a parcheggiare rispettando il codice della strada…Se posso permettermi di dare un consiglio a codesto autore voglio solo suggerirgli di informarsi bene del tema dell’articolo che ha intenzione di scrivere altrimenti le dicerie sono capaci di scriverle tutti soprattutto su internet.

    4. Informatevi prima di parlare o criticare!nessuno "sfrecciava" come è stato scritto…la biciclettata è stata fatta x conoscere gente nuova,passare una serata divertente,alternativa e in compagnia!senza contare appunto la comodità di girare in bici e parcheggiarla tranquillamente!nessuno ha mai sponsorizzato una sorta di coma etilico in bici!!!anche perche ognuno è responsabile di se stesso,infatti si può bere solamente un paio di drink,e se qualcuno invece dovesse esagerare non vedo che colpa dovrebbe avere la biciclettata e i suoi organizzatori!magari la prossima volta partecipate e poi potrete dire la vostra.visto che la gente si è sempre stra
      divertita!!!
      Chiacchieroni!!!

    5. Per chi non lo sapesse è reato la GUIDA in stato di ebbrezza. Si GUIDA un camion, un’auto, una motocicletta, un ciclomotore, una BICICLETTA!

    6. Ma l’"iniziativa" si chiama davvero "biciclettata alcolica"? E’ dato sapere chi la organizza e magari chi ha dato il permesso? Per fare "interessanti alternative alla monotonia", possiamo proporre per il futuro una "pattinata tossica"? Non si renderà necessario nemmeno parcheggiare le bici, e poi se qualcuno "esagererà" sarà responsabilità sua…

    7. io li ho visti passare e nessuno del "corteo" dico nessuno ha imprecato contro qualcuno o ha commesso infrazioni, a me come a tante altre persone hanno trasmesso solo allegria….

    8. La Alcolisti Anonimi e altre associazioni che si battono contro la piaga dell’alcol non credo saranno felicissime di questa pubblicità all’evento…

    9. sì ma qui ci sono diversi testimoni che dicono che li hanno visti passare ubriachi e bestemmiando… che facciamo? ci appuntiamo sui dettagli???? i vigili dovevano intervenire.

    10. Per il responsabile dell’assessorato al traffico e vigilanza del Comune si sa che qualsiasi luogo che interessi piazzale Arnaldo è zona franca per le forze della Polizia municipale, sempre che non ci siano di mezzo gli immigrati per cui allora….

    11. Chi non ha mai fatto "cavolate"(se rico permette il termine) nella propria vita?
      Certo la vita non è fatta di solo divertimento e di venerdì sera, anzi, ma non venite qui a fare la morale e a dare giudizi. L’Italia va a rotoli, ma non penso proprio per la "biciclettata alcolica", ci sono argomenti molto più importanti su cui discutere e con questo articolo si è fatta solo una grande pubblicità all’evento condiviso o meno.

    12. non è che un ragazzo che ha la bella abitudine di ubriacarsi sia proprio un genio… indipendentemente dal mezzo che guida! se si dice che l’iniziativa era da evitare (infatti era assolutamente da evitare), ma non è che si possa dire bravi ai partecipanti…
      allora uno va a una mega degustazione in Franciacorta, si ubriaca per bene, va a sbattere contro un albero e la colpa è della cantina della Franciacorta che ha organizzato la degustazione?

    13. ottima inizziativa peccato che siamo in italia…… piu rispetti leggi, cose, persone piu si ha in cambio critiche o parole campate in aria, penso che uno si renda ben conto dei limiti dell’alcoOl su di una BICICLETTA….. che alla guida di un auto,,,,,,, morti x guida in stato di ebrezza su di una BICICLETTA hai me mai sentito in tutto la mia vita da ciclista. continuiamo cosi ragazzi divertisri con rispetto…. e al bando i pettegolezzi senza fondamento. murdok

    14. ottima inizziativa peccato che siamo in italia…… piu rispetti leggi, cose, persone piu si ha in cambio critiche o parole campate in aria, penso che uno si renda ben conto dei limiti dell\’alcoOl su di una BICICLETTA….. che alla guida di un auto,,,,,,, morti x guida in stato di ebrezza su di una BICICLETTA hai me mai sentito in tutto la mia vita da ciclista. continuiamo cosi ragazzi divertisri con rispetto…. e al bando i pettegolezzi senza fondamento. murdok

    15. Ma xke x 1 voLta nn mettono a scrivere 1 articolo di cronaca 1 persona ke, nn dico ke abbia partecipato ma ke abbia almeno visto il gruppo reale di persone ke eravamo???? E poi 1 altra cosa, i vigili c’erano e hanno anke dato 1 mano a chi realmente aveva esagerato ( veramente pochi rispetto al numero ke eravamo ) sbattendosene dei 2 hammer parcheggiati proprio in mezzo alla piazza ke onestamente erano piu in meZzo alle palle loro di tt le nostre bici messe insieme!!! Eppure mi sembra ke la gente sia in grado di trovare sl lati negativi a questo evento nonostante nessuno ci abbia mai partecipato!!! Quindi qll ke sn contrari xke nn provano a venire alla prossima prima di aprire la bocca a spropisito

    16. io l’ho visto il gruppo…. e ho visto nella coda del gruppo qualcuno attraversare con il rosso facendo gestacci agli automobilisti e con il bicchiere in mano. questo è inconfutabile. se i vigili c’erano dovevano bloccare il traffico…. e vietare a qualcuno evidentemente di salire in bici.

    17. Ma sai leggere? Nell’articolo non si dice che i vigili non c’erano, ma che non erano a tutelare quelli in bicicletta mentre attraversavano la strada in un punto pericoloso come il piazzale.

    18. rispondo a gian
      ci sono testimoni del contrario di quello che dici, qui non si tratta come dici tu di APPUNTARSI sui dettagli…. (penso che tu volessi scrivere "ci impuntiamo sui dettagli")
      tu eri presente?

    19. rispondo a te che ti sei presentato solo con il messaggio, inventati un nick fasullo:
      non è che un ragazzo che ha la bella abitudine di ubriacarsi sia proprio un genio… indipendentemente dal mezzo che guida! se si dice che l’iniziativa era da evitare (infatti era assolutamente da evitare), ma non è che si possa dire bravi ai partecipanti… allora uno va a una mega degustazione in Franciacorta, si ubriaca per bene, va a sbattere contro un albero e la colpa è della cantina della Franciacorta che ha organizzato la degustazione?

      risposta
      ognuno beve quanto vuole perchè ognuno conosce il proprio limite e sono d’accordo con te. tu intendi dire che non è "colpa" di chi ha "organizzato" se i partecipanti potevano o no essere ubriachi ma che comunque questa biciclettata non era da fare?

    20. rispondo a te che ti sei presentato solo con il messaggio, inventati un nick fasullo:
      non è che un ragazzo che ha la bella abitudine di ubriacarsi sia proprio un genio… indipendentemente dal mezzo che guida! se si dice che l’iniziativa era da evitare (infatti era assolutamente da evitare), ma non è che si possa dire bravi ai partecipanti… allora uno va a una mega degustazione in Franciacorta, si ubriaca per bene, va a sbattere contro un albero e la colpa è della cantina della Franciacorta che ha organizzato la degustazione?

      risposta
      ognuno beve quanto vuole perchè ognuno conosce il proprio limite e sono d’accordo con te. tu intendi dire che non è "colpa" di chi ha "organizzato" se i partecipanti potevano o no essere ubriachi ma che comunque questa biciclettata non era da fare?

    21. il problema non è chi ha "organizzato", cosa vi interessa sapere chi ha "organizzato", una volta che lo sapete cosa ve ne fate? cosa vi cambia? e poi secondo me chi vuole sapere chi ha organizzato si presenti prima lui e dichiari le sue intenzioni, non mi sembra corretto chiedere informazioni in questo modo, esiste la privacy. una volta che queste persone si sono presentate i cosidetti "organizzatori" decideranno se presentarsi

    22. Ci può stare che vengano fatte critiche sulla sicurezza, ma allora cosa dovremmo fare? Partendo dal fatto inconfutabile che l’alcool è legale, io ho tutto il diritto di bere ed ubriacarmi finchè voglio. Ora, se scelgo di superare il limite devo attenermi a delle altre regole, tra cui il non guidare. E visto che la strada da percorrere è lunga, e le possibilità alternative proposte dal Comune sono, aspetta che ci penso…. Ah no è vero, non ci sono! io prendo la mia bella bicicletta e me ne vado in giro. Ci sono volute 5 edizioni della Biciclettata Alcolica per avere un articoletto denigratorio sulla stessa. Quante altre edizioni serviranno per far si che il Comune di Brescia organizzi una stracazzo di BlueLine (tipo Riccione) che segue il medesimo percorso della Biciclettata?? O forse al Comune fa comodo avere giovani ubriachi in giro, in modo tale da poter aumentare gli introiti dovuti alle multe? Concludo dicendo che chi ha scritto l’articolo forse doveva soffermarsi un attimo meglio sui motivi che hanno portato alla Biciclettata, piuttosto che accanirsi sulla sicurezza. Il Vitto, da San Zeno Naviglio

    23. Calma. Io sto leggendo su un giornale una notizia. Un gruppo di persone che si trova per una "biciclettata alcolica". Chiedo se è vero, se la cosa si chiama davvero così e vorrei sapere chi organizza una cosa così nel centro di Brescia. Per sapere se è un’iniziativa "spontanea" (come me e dieci amici che ci troviamo per andare sul Corso insieme) o se è qualcosa di diverso: per il quale immagino si dovrebbe chiedere un permesso a qualcuno. Per questo chiedo anche se qualcuno abbia dato un permesso. Non voglio nome e cognome, mi interessa sapere, per capire, se posso anche io a Brescia organizzare una "schettinata tossica" con vigili al seguito. Così, per creare un’alternativa alla monotonia della solita movida e per non avere problemi di parcheggio. Se mi risponde chi lo sa, lo ringrazio. I commenti tipo "cosa vi interessa", comunque, sono già una risposta significativa…

    24. no caro, se sei tu che hai chiesto chi sono gli organizzatori spiegati meglio allora la prossima volta e se ti interessava davvero per poter ringraziare io penso che la frase ‘I commenti tipo "cosa vi interessa", comunque, sono già una risposta significativa…’ non la scrivevi

    25. Facevi prima a dirmi "siamo un gruppo di amici e basta; andiamo in giro a bere in bici senza chiedere il permesso a nessuno"; così non mi facevi perdere tempo a cercare su facebook, dove si trovano nomi, cognomi e fotografie. Tanto per capire quanto è un problema la privacy… Almeno è chiaro che nessuno vi ha dato il permesso. Mi interessava questo. "Caro"…

    26. Il problema di Brescia signori miei non sono un gruppo di ragazzi che prova a svegliare questa città,ma sono i cocainomani in giro per le strade senza controlli,e comunque da partecipante posso confermare che nessuno è passato con il rosso,prima di dare giudizi senza avere partecipato provate a venire e poi vi accorgerete che è tutto tranne che pericolosa,reputo molto più pericolosa una persona ubriaca o fatta al volante che un ragazzo ubriaco in bicicletta…magari uccide qualche insetto ma di sicuro non provoca danni a persone…

    27. Se chiedi ai cocainomani, ti diranno che è colpa degli eroinomani. Parla di questo fatto, altrimenti c’è sempre qualcosa di più grave da citare per sviare il discorso.

    28. a.t. (autore dell’articolo) dai per scontate parecchie cose, eppure ti sei informato sull’evento (ma non troppo), oppure l’invito all’evento ti è arrivato tramite internet o addirittura hai partecipato all’evento e ti sei anche divertito… si perché quello che anche tutti gli altri partecipanti possono dire è che si sono divertiti.
      La biciclettata, che altro non è che una passeggiata in bici e non una manifestazione (visto che non c’era alcuna protesta) o una gara competitiva (nessun premio a chi arriva prima e poi dove), ha previsto il passaggio in Piazza Arnaldo e Viale Venezia quindi tutto il resto del centro storico ne è uscito illeso da questa “calamità” come potrebbe sembrare da alcuni commenti.
      Ovviamente l’obbiettivo non era quello di ubriacarsi in bici per poter salvare la patente, nessuno dei partecipanti è stato costretto a bere, ognuno ha bevuto a piacimento mentre qualcuno non ha proprio bevuto e si è gustato il giro e la compagnia. L’obbiettivo è creare aggregazione, coinvolgere persone di gruppi diversi in un unico gruppo che si muove assieme, si diverte assieme. Un’iniziativa diversa da tutte quelle proposte a in città. Oltretutto non ci si muove in macchina visto che è sempre un problema trovare parcheggio e in più l’ambiente ringrazia viste tutte le automobili lasciate a dormire a casa.
      Se qualcuno ha bestemmiato perché è abituato così non ne ha colpa la biciclettata, quella persona avrebbe bestemmiato anche se fosse stata da sola, non serve dare dei maleducati a tutti.
      Per quanto riguarda l’attraversamento di Piazza Arnaldo nulla da dire, nonostante il corteo era unito ed è stato un attraversamento continuo, il punto non è molto sicuro. Io stesso ho rischiato di essere investito da una macchina che voleva assolutamente girare verso la zona sud fregandosene della colonna unita di bici, quindi nessuna bici che ha tagliato la strada alle macchine visto il serpentone come dice a.t..
      Gli stessi occupanti delle automobili sono rimasti sorpresi e incuriositi dall’iniziativa, chiedendo se si trattava della biciclettata alcolica, molti di loro incitavano la pedalata e i partecipanti. Incitazioni arrivavano anche da finestre e balconi di Viale Venezia. Forse i saluti dei partecipanti sono stati scambiati come imprecazioni? Dubito…

    29. non era una gara agonistica ne manifestazione e quindi non necessitava di polizia.poi,tanto x la cronaca,un vigile ci ha anche fermato x chiederci di cosa si trattava..in breve gli abbiamo spiegato l’iniziativa…dico solo che ci ha fatto i complimenti e ci ha fatto andare tranquillamente.vedo che qui il problema lo fate solo voi.a Rimini come da altre parti fanno da anni un evento analogo con + di mille partecipantiad esempio.se non vi piace l’evento in se,pace,vorrà dire che non ne prenderete parte,punto.ma è un dato di fatto che la gente che è venuta si è divertita,e sicuramente ne seguirà una sesta edizione.poi le voci che si attraversava col rosso,si imprecava ecc me le aspettavo e ci saranno anche la prossima.pazienza.nel bene o nel male,l’importante è che se ne parli,direbbe qualcuno.fatevi due risate e lasciate divertire la gente!penso che ci sia decisamente di peggio a Brescia…

    30. io partecipo da due edizioni..prima non sapevo dell esistenza..un applauso ai organizzatori..divertito un mondo e conosciuto tanta gente!!!w la biciclettata!!!

    31. Non entro nel merito dell’iniziativa e non è mio compito dare valutazioni. Semplicemente riferisco che ho visto con i miei occhi il gruppo passare per piazzale Arnaldo (ero fermo al semaforo), e ho osservato che un’auto si è vista tagliare la strada da un alcuni ciclisti, uno dei quali pedalava con un bicchiere in mano e si è messo poi a imprecare contro l’automobilista. Il resto sono opinioni.

    32. si ma qui si stà uscendo di tema ragazzi, che cosa c entra essere tossici con la biciclettata adesso??? un tossico rischia di più se va in giro in macchina, con la bici almeno non fa male a nessuno, è stata una gran bella iniziativa… sembra che ci sia stata la seconda guerra mondiale, è grazie a persone come voi se la gente non ha più voglia di creare iniziative, bravi a chi ha organizzato quest evento e ha permesso ai giovani di stare uniti e tutti insieme , e ricordo che pure in bici le regole della strada si sanno benissimo per cui non vedo dove sia il problema…..

    33. Dio ebbe la capacità di inventare l’uomo e di emanare delle leggi!
      L’uomo ebbe la capacità da Dio di inventare la ruota, poi con estrema intelligenza l’uomo messe insieme due ruote e così creò la bicicletta!
      Poi l’uomo scoprì le leggi di Dio e le modificò col trascorrere del tempo, fino ad arrivare ad oggi:2011!
      Oggi come oggi, nessun uomo e nessun Dio vieta l’assunzione di alcol e la possibilità di circolare liberamente in bicicletta!Anzi, perfino Gesù beveva il vino, anche prima della sua morte!E non è che per caso credete che Gesù venne crocifisso perchè consumava del vino?!
      Perchè altrimenti mi preoccuperei!
      Per quanto riguarda la patente, bhè, iniziamo a toglierli ai vecchi che sono loro che con fiacchi riflessi ed estrema lentezza causano incidenti in città!!!
      Concludo dicendo che:
      Brescia non è un paese per vecchi, lasciate divertire i giovani!

    34. Neanche assumere stupefacenti è vietato dalla legge. Inoltre andare sugli schettini crea ancora meno rischi per gli altri che andare in bicicletta. Per non parlare della facilità di parcheggio. Non essendo nè una manifestazione, nè una gara non serve la polizia. Anche gli schettini poi hanno le ruote, quindi funziona anche il discorso mistico della creazione. Non dimentichiamo ovviamente che provocano più incidenti quelli che stanno al telefonino mentre guidano: altro che protestare per gli schettini! E’ a quelli che guidano telefonando che andrebbe tolta la patente! Allora, che problema c’è a fare la "schettinata tossica"? Lasciate divertire i partecipanti e non criticate sempre chi prende qualche iniziativa nuova e molto originale!!! Brescia non è un paese per vecchi! Largo ai giovani: avete mai visto un tossico di ottant’anni?

    35. La biciclettata va bene…anzi…benissimo. Ma l’idiozia di ubriacarsi pedalando mi sembra davvero in contrasto con la filosofia salutare nell’uso della due ruote. Se qualcuno poi ha dimostrato la propria maleducazione verso automobilisti allora si ritenga fortunato di non aver incontrato qualcuno al volante più maleducato di lui. Magari piu’ grande e grosso.

    36. …al peggio nn c’è mai fine! e poi ci si chiede cm facciano a morire i giovani sulla strade?! premesso che la polizia nn è obbligata a gestire queste orde di pazzi scatenati (ma semmai a difendere i savi dai danni che gli altri possono provocare) consiglio ai facinorosi e in particolare a colui che scrive il 12/9 1 di imparare l’italiano ("messe" anzichè "mise", ecc), di stare al calduccio nella sua bella casa tranquillo e di farsi una bella dormita, che poi domani (forse) gli passa!

    LEAVE A REPLY