Permessi di soggiorno, i sindacati denunciano “ritardi ingiustificati”

    7
    Bsnews whatsapp
    Sono senza giustificazione i ritardi nel rilascio dei permessi di soggiorno agli immigrati bloccati per il reato di clandestinità da parte dello sportello unico per l’immigrazione. E’ quanto sostengono in una nota congiunta i Segretari generali di Cgil, Cisl (Brescia e Valcamonica – Sebino) e Uil. I sindacati chiedono «lo sveltimento delle pratiche per ricondurre alla normalità una situazione di disagio» che cresce di giorno in giorno. I permessi bloccati «sono stati riammessi al termine del mese di giugno con una circolare del Ministero degli interni”: inizialmente il ritardo era stato imputato alla riorganizzazione dell’ufficio provinciale del lavoro, ma due mesi sembrano davvero troppi! I ritardi – scrivono i Segretari di Cgil Cisl e Uil – non sono oggi più sostenibili; occorre farsi carico seriamente «delle attese a cui sono stati sottoposti gli immigrati coinvolti, restituendo legalità a coloro che hanno aspettato per troppo tempo il riconoscimento del loro diritto».

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    7 COMMENTI

    1. se non vogliamo clandestini, riconosciamo a chi ne ha diritto il permesso di soggiorno. senza quello non possono lavorare, se non in nero. forse qualcuno preferisce così?

    2. a giudicare da certi commenti è chiaro chi è incivile. la battaglia per la legalità la stanno facendo i lavoratori migranti che chiedono il riconoscimento di diritti legittimi per non lavorare più in nero.

    3. Se non vogliamo clandestini, non devono arrivare in Italia da clandestini, no ? Tanto semplice .
      E chi, straniero è già in Italia , regolare , ma senza lavoro (dal momento che dice di essere venuto in Italia per lavorare)dovrebbe tornare al proprio Paese , perchè altrimenti come vive? Di sussidi magari, poi così ci lamentiamo …perchè non ci sono abbastanza fondi per Tutti

    4. ma dove vive lei? sulla luna? forse sulla luna si riesce ad arrivare in modo regolare. ma in italia, con la bossi fini, nessuno arriva in modo regolare. questa è la regola.

    5. Ed è giusto così, perchè NON c’è più posto per Nessuno e se c’è così tanta crisi come si dice in giro,vedrà che qualche italiano farà quei lavori che( si dice ) nessun italiano voglia fare. Altrimenti non sarebbe credibile dire non c’è lavoro…..meglio dire il lavoro c’è ma no si vuol fare

    6. scusate ma fatemi un esempio di una sola parte della burocrazia italiana che non ha errori e immensi ritardi… purtroppo da noi è così per tutto! è questo che è vergognoso… NON SOLO il ritardo nel rilascio dei permessi di soggiorno… per la cosa più semplice ed elementare in Italia si perde tempo in stupide lungaggi burocratiche

    RISPONDI