Parco dell’acqua: pesci trasferiti al Tarello. Paga l’assicurazione?

    0
    Bsnews whatsapp

    I tempi per il ripristo della vasca d’acqua, e dei pesci? Troppo presto per saperlo. Le responsabilità per le perdite d’acqua che si verificavano da mesi, per le quali i tecnici (che poi hanno rotto un vetro) erano intervenuti? Ancora non si conoscono. L’assicurazione decennale sulle vetrate pagherà i danni causati, la perdita d’acqua e la morte di un po’ di pesci? Si spesa di sì, anzi l’assessore Labolani pretende che sia così.

    A due giorni dal fattaccio del parco dell’acqua le questioni da chiarire sono ancora molte. Un incontro che si è tenuto ieri ha stabilito che nelle prossime ore verrà eseguito un sopralluogo tecnico molto serio per stabilire la natura dei problemi e, nel caso le esatte responsabilità, non tanto della rottura del vetro che ha causato la fuoriuscita dell’acqua quanto delle piccole perdite e delle infiltrazioni.

    Ora la vasca è desolatamente vuota, e sul fondale si vedono pesci con la pancia all’insù. Se in un primo momento qualcuno aveva ipotizzato in un mese il tempo necessario per le riparazioni ora i tempi paiono essersi dilatati. Certo non tutto il mal vien per nuocere: senza acqua i tecnici ne approfitteranno per pulire il fondale dalla mucillaggine e cercare le perdite.

    Una coincidenza davvero insolita: proprio domenica 18 è in programma presso il parco un’iniziativa per bambini chiamata Gonfia e Ripara, durante la quale si insegnerà ai minori a riparare i fori di una camera d’aria. E pensare che proprio dei forellini sono all’origine dello svuotamento della vasca…
    a.c.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    RISPONDI