Dopo la vittoria di Rolfi, Bossi e consorte “commissariano” Varese

    23
    Bsnews whatsapp

    Blitz e polemiche in casa Lega dopo l’elezione del maroniano Fabio Rolfi a segretario provinciale della Lega bresciana. Secondo quanto riferito dal quotidiano La Repubblica in edicola oggi, infatti, sarebbe stata proprio l’ennesima sconfitta di un fedelissimo a convincere il leader del Carroccio Umberto Bossi a imporre come segretario provinciale di Varese l’anti-maroniano Maurilio Canton nonostante le candidature alla segreteria fossero già state presentate. “La moglie (Manuela Marrone, ndr), furibonda per la sconfitta di Brescia, lo ha tirato giù dal letto convincendolo a dire quel che il Capo ha poi detto”, riferisce un anonimo al quotidiano Romano. Sottolineando anche che la donna è “vestale della Lega di famiglia e mamma di quel Renzo che alla vigilia del congresso di Brescia, ancora ammaccato dalla sconfitta subita inValle Camonica, inviava ai delegati, via sms, un consiglio perentorio: «Votate Capitanio, il candidato di papà». Oplà ha vinto l’altro”, continua l’articolo, “e per questo, nelle menti degli anti-maroniani, bisognava correre subito ai ripari.  

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    23 COMMENTI

    1. La lega partì come movimento "rivoluzionario", su alcune basi anche condivisibili da tutti (la lotta alle mangerie e alle poltrone, etc). Poi, dopo ANNI di proclami e di ultimatum, non avendo ancora combinato granchè ma avendo per contro assunto tutti i lineamenti dei partiti che giustamente all’inizio criticava, i suoi elettori iniziano a stancarsi un po’. Dopo Bossi, parleremo inevitabilmente di leghe (contrapposte da rancori e quindi impotenti sul piano governativo o amministrativo) e non più di lega. Fine di un’illusione.

    2. "Fonte: La Repubblica" QUESTO SPIEGA TUTTO!! AH AH AH. E GUARDALI I COMUNISTELLI COME CI CREDONO! GUAI A CONTRADDIRE LA BIBBIA!! AH AH. VA PIAZARES! AH AH AH

    3. La Lega bresciana ha scelto – coraggiosamente – la sua strada. Una scelta di buon senso, poichè dettata ancora dalla speranza di più azioni e meno fumisteria di vacui proclami.

      Seguiranno Brescia anche molte altre province.

    4. a Brescia ha vinto chi sa lavorare bene, vicino al territorio, concretamente, tutti i giorni. Auguro anche a Varese un segretario di questo stampo…al di là delle polemiche e oltre le "correnti" bossiane o maroniane. Cmq è il momento che la LEGA cresca, maturi, esca dai soliti clichè sbandierti e mai messi in pratica. E’ il momento del cambiamento, di idee nuove e amche di nuove risorse, pur mantenendo la traccia originaria di Bossi, che è valida tutt’ora, ma va rinnovata, svecchiata.

    5. quante cazzate,io sono stato delegato in quota capitanio,ma di simili sms mica se ne sono viste,verificate le notizie prima di darle please

    6. Gli hanno fatto la bua quei cattivoni che sono stanchi della Rosy urlatrice e del trota sempre in mezzo ai piedi??
      Alcuni sponsor in realtà c’erano …. Prandelli e il suo ufficio in Provincia… e i suoi ex datori di lavoro. Ma se vogliamo far finta di non saperlo…

    7. Ma adesso che la base ha scelto il SUO Segretario Provinciale (che tra l’altro è una persona stimata) non possono lavorare e basta, invece di continuare a farsi del male da soli?

    8. Ragazzi io ero per Capitanio a vinto Rolfi,Brescia ha un nuovo segretario ora tutti al lavoro per la segreteria,e non strillate su questi blog cattocomunisti ma nelle strade e nelle piazze perchè la padania possa diventare libera e indipendente

    9. notizie dal pianeta padania:
      nel 2025 della VI era Berluscona la padania si è staccata dall’italia per dirigersi in spazi sideralmente opposti a quelli abitati dagli odiati meridios. Ma un calcolo erroneo ha proiettato la piccola nazione nell’angolo più sfigato dell’universo dove un’oscura calamita attira a se tutta la spazzatura della terra.
      come è andata a finire? lo saprete nelle prossime puntate.

    10. Brobio gome fagevamo noi della dc et i gombagni del bsi, guando gualguno non fageva gome volevamo noi. E se non sdanno addendi si ricordino della usanza longobarda del quitricildo e della faita.

    RISPONDI