Brancher condannato a due anni. L’ex ministro più veloce d’Italia rischia di perdere il posto sul Lago di Garda

    0
    Bsnews whatsapp

    E’ stato il ministro più “breve” d’Italia, visto che il suo mandato – nel 2010 – è durato soltanto 18 giorni. E oggi, pur senza battere quel record, rischia di perdere velocemente un altro posto. L’ex titolare dell’Attuazione del Federalismo Aldro Brancher, infatti, presiede l’associazione “Lago di Garda tutto l’anno”, nata il 16 aprile 2011. Un ruolo che potrebbe cadere di fronte alla sua condanna definitiva a due anni per ricettazione e appropriazione indebita rimediata al processo sulla scalata di Antonveneta. Sull’argomento sono già pronte le interpellanze degli amministratori locali che compongono il sodalizio (25 Comuni della riviera, tra Veneto, Lombardia e Trentino). Perché la legge vieta la presidenza di enti pubblici a chi è stato condannato in via definitiva a una pena non inferiore a due anni. Il Testo unico sugli enti locali (decreto legislativo 267 del 2000), infatti, all’articolo 58 recita: “Non possono ricoprire le cariche di presidente delle aziende speciali e istituzioni (…) coloro che sono stati condannati con sentenza definitiva a una pena definitiva non inferiore a due anni di reclusione per delitto non colposo”. 

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Perchè se fossero rientrati anche i se, sarebbe un bel paese quello che ci viene prospettato quello di coprire i malfattori con ogni mezzuccio tipico della casta. A forza di giustificare e coprire ci ritroveremo seppelliti da una quantità spropositata di ……ed io un’Italia di quella roba lì non la voglio proprio.

    2. "Se" mio nonno avesse una ruota, sarebbe una carriola… Articolo su Brancher: citare Tedesco e "se" Penati, cosa significa? Che va bene Brancher? Significa che se il vigile mi fa notare che ho parcheggiato in divieto di sosta, anzichè pensare se va bene o no quello che ho fatto io devo dire che "se" fosse passato di lì il mio vicino di casa avrebbe messo la macchina in divieto anche lui? E quindi io sarei a posto?

    3. E che dire di quegli amministratori gardesani che lo hanno accettato sapendo benissimo che personagguio era.
      Con processi così gravi in sospeso non era minimamente da prendere in considerazione.
      Vergogna anche per loro quindi!

    RISPONDI