Agricoltura, uva, viti, vino: tutto on line con un solo click

    0

    Uva, viti e vino della Lombardia: tutto on line con un solo click. A partire da questa vendemmia, infatti, i viticoltori lombardi, con un’unica procedura totalmente informatizzata, potranno presentare l’iscrizione del vigneto nello schedario vitivinicolo, la rivendicazione delle produzioni a DO/IG e la dichiarazione di vendemmia e di produzione. Adempimenti necessari, questi, per certificare la produzione e ottenere contribuiti comunitari. Il nuovo sistema operativo consentirà di ridurre di 2/3 la mole degli adempimenti cui le aziende e l’amministrazione hanno dovuto fare fronte nel 2010, riducendo a 5.500 domande le 15.100 dell’anno scorso (arrotondando, erano infatti pervenute 3.000 domande di iscrizione agli albi, 6.600 domande di denuncia uve, 5.500 domande di rivendicazioni). Da oggi tutti i produttori, direttamente o tramite propri delegati, potranno effettuare una dichiarazione unica, collegandosi al Sistema Informativo Agricolo Regionale (SIARL); il Sistema verificherà la congruità delle informazioni inserite, restituendo un dato certificato e valido ai fini di legge.

     

    "La semplificazione amministrativa e la riduzione dei costi burocratici a carico delle aziende – ha commentato l’assessore regionale all’Agricoltura Giulio De Capitani – sono tra gli obiettivi prioritari di questa IX Legislatura, per le quali è stato istituito un Assessorato. Più tempo speso nelle stalle e nei campi e meno tra le carte: è questa una delle richieste più ricorrenti del mondo agricolo lombardo. Con la messa in rete di questa procedura unificata vogliamo dare una risposta concreta".

     

    A De Capitani ha fatto eco Carlo Maccari, assessore regionale alla Semplificazione e Digitalizzazione: "Si tratta – ha detto – di un altro passo nella missione taglia-burocrazia che la Regione si è data per consentire agli agricoltori di pensare alla competitività delle proprie aziende, dedicando il minore tempo possibile agli adempimenti richiesti e facendolo in modo rapido ed efficiente". Parallelamente, la Direzione generale Agricoltura ha avviato una sessione di formazione per gli operatori professionali incaricati dalle Organizzazioni professionali, dai Centri di Assistenza e dai Consorzi Vini. I corsi di formazione, oltre che nella sede di Regione Lombardia a Milano, si terranno anche presso le Sedi Territoriali Regionali di Pavia, Brescia e Sondrio, in quanto province a maggiore vocazione viticola. Entro la fine di ottobre verranno formati circa 200 operatori.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY