Mompiano: c’è il nuovo bando. Che sia la volta buona?

    9
    Bsnews whatsapp

    (a.c.) Facciamo un po’ di calcoli: il nuovo bando della Loggia scade il 21 ottobre. Se i lavori vengono assegnati senza intoppi la ditta potrà entrare nel cantiere già a novembre, la scadenza è fissata a 300 giorni. Dunque se tutto va come dovrebbe, l’impianto potrebbe riaprire solo a fine estate, tra settembre e ottobre dell’anno prossimo. Tutti se lo augurano.

    Ricordiamo che è di inizio settembre la decisione consensuale da parte di Brescia Mobilità e della ditta di Gussago Bianchetti costruzioni di rescindere il contratto di appalto a causa di una serie di divergenze circa la realizzazione concreta dell’immobile. Solo un anno fa i primi cedimenti verificatisi in alcuni piloni e solette.

     

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    9 COMMENTI

    1. Come cittadino credo per l’ennesima volta che questa giunta del fare (casino) non sia stata in grado di portare avanti un lavoro. E’ inutile continuare a ripetere che ci sono state una serie di divergenze con la ditta appaltatrice, non ha senso. E’ora di finirla di fare lo scaricabarile quando succede qualcosa prendiamoci ognuno le proprie responsabilità. Alla fine credo che la colpa non sia della ditta come qualcuno vuole far credere, ma bensì di altri. Se la decisione di rescindere il contratto è stata consensuale, basta smettiamola adesso la cosa diventa pesante. Credo anche io come il Sign. Panni che siano sorti problemi progettuali…un consiglio alla giunta del fare (casino) il troppo stroppia.

    2. L’amministrazione comunale e le sue partecipate dovrebbero adoperarsi per risolvere le controversie e non alimentarle, come pare in questa vicenda. Il tutto a discapito della cittadinanza e dei tempi di realizzazione di un’opera pubblica. Sarebbe interessante conoscere quanto sta costando (rispetto al preventivato) questa opera ai cittadini bresciani. Maggiore monitoraggio sugli appalti pubblici!

    3. Gli appalti pubblici sono sempre stati e sempre saranno solo occasione per spot elettorali. Alle amministrazioni come si costruiscono le opere pubbliche non interessa un fico secco. In questo coadiuvati da tecnici pubblici spesso incapaci. E’ insopportabile questa cortina di segretezza sulla rescissione del contratto. Sono soldi nostri, fateci sapere esattamente cosa è successo, e se qualcuno ha responsabilità ne paghi le conseguenze.

    4. I conti della piscina, i conti della metropolitana, i conti delle opere complementari Corsini & company li ha lasciati a chi è venuto dopo.

    5. intanto noi e’
      da marzo che aspettiamo ancora i nostri soldi
      ………….e a nassuno di quelli al ‘potere’ interessa!!!!!!!!PROGETTI SBAGLIATI..riunioni su riunioni e incontri segreti ma noi da marzo che non mangiamo!!!!….abbiamo lavorato e VOGLIAMO essere pagati!!!!!!!!!!!!!!!!!

    6. Sono sempre più convinta che ci vuole più trasparenza negli appalti pubblici. Bisogna che controllati e controllori non siano più la stessa persona! Magari ogni tanto facciamo un monitoraggio degli uffici amministrativi … non sapete quante cose si possono scoprire. Solo una domanda, ma perchè in tutto questo casino che la giunta del fare a fatto, non compare uno straccio di articolo della ditta appaltatrice che spiega le sue ragioni??????????????? Anche qui dobbiamo pensare che ci sia qualcuno che con una scusa manipola gli articoli???? ahiahiahaiahiahiahia

    7. diCo solo…..VERGOGNA!!!!!!…LA GENTE CHE LAVORA VA’ PAGATA!!!visto che tanto i soldi sono ancora nostri almeno pagate chi ha onestamente lavorato!!

    RISPONDI