Prostituzione, la Municipale passa al setaccio viale Piave e via Milano

    0
    Bsnews whatsapp

    Si è svolta nella serata di venerdì 14 ottobre un’importante operazione di contrasto alla prostituzione, effettuata dagli agenti della Polizia Locale di Brescia. Gli agenti hanno operato dalle ore 23 alle ore 2.30 principalmente in via Milano e via Valcamonica per la zona ovest della città e in via Sant’Eufemia, viale Bornata e viale Piave per la zona orientale.

    I controlli hanno portato al fermo di 19 prostitute, 18 rumene e una nigeriana, che sono state accompagnate al Comando di via Donegani per le procedure di rito: 6 sono state denunciate a piede libero per inottemperanza del foglio di via, mentre per 9 di loro è stata inoltrata alla Questura la richiesta di rilascio del foglio di via.

    Durante l’operazione sono stati inoltre controllati 3 appartamenti: il primo in via del Santellone, il secondo in via Capitanio e il terzo in zona Sant’Eufemia. Il controllo degli appartamenti ha portato all’identificazione di 4 prostitute e alla denuncia di un cittadino cinese e di un pakistano  per favoreggiamento della prostituzione.

    “Il servizio antiprostituzione durante il periodo estivo ha dato risultati più che positivi – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia, Fabio Rolfi. – Vogliamo proseguire con il pattugliamento del territorio e con l’azione repressiva anche nei prossimi mesi, perché se è vero che la situazione negli ultimi anni è notevolmente migliorata, non intendiamo comunque abbassare la guardia, perché vogliamo combattere un fenomeno che porta una serie notevole di disagi e compromette in maniera significativa la vivibilità e la qualità della vita nei quartieri interessati”.

    Dalle ore 2.30 alle 6 del mattino, il servizio è poi continuato con l’attività preventiva ordinaria.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. “Il servizio antiprostituzione durante il periodo estivo ha dato risultati più che positivi – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia, Fabio Rolfi.
      Talmente positivo che in autunno hanno fermato 19 prostitute, forse sfuggite all’infallibile servizio antioprostituzione estivo.
      Rolfi è proprio divertente

    RISPONDI