Battuto anche il Cuneo, il nuovo Monti miete il primo successo

    0
    Bsnews whatsapp

    Il Montichiari, sotto lo sguardo compiaciuto della nuova proprietà, presente per la prima volta allo Stadio Menti, conquista una vittoria davvero ricca di significato al termine della splendida sfida giocata con un avversario che si è fatto a sua volta apprezzare come il Cuneo. Un confronto molto acceso e di livello assai elevato, che alla fine ha premiato la squadra di Ottoni, capace di riportarsi in vantaggio nel convulso rush finale. L’incontro si apre all’insegna dell’equilibrio. Le due squadre si fronteggiano con grande attenzione, ben decise a non concedere il minimo errore agli attaccanti avversari. Il copione della gara si delinea ben presto. Sono i piemontesi a mantenere maggiormente il possesso della palla, ma gli spunti più insidiosi nascono in prevalenza dalle improvvise accelerazioni dei rossoblu che riescono a minacciare Pascarella con gli spunti di Antoniacci, Zanola e Florian. Sul fronte opposto è il pericoloso Varricchio a deviare in scivolata in invitante cross di passerò, ma la sua conclusione sorvola la traversa. Al 38’ giunge l’azione che infrange l’equilibrio, con Filippini che recupera una gran palla sulla trequarti e serve Florian, il cui assist verso il centro permette a Mastroianni di anticipare i difensori biancorossi e di depositare in fondo al sacco il vantaggio dei locali. Rimasto senza esito un guizzo dell’ex Di Quinzio grazie ad un provvidenziale salvataggio dell’ottimo Antoniacci, il Cuneo affida la sua voglia di recupero ad una ripresa che si rivela davvero scoppiettante. Dopo un rigore chiesto invano da Di Quinzio e l’espulsione di Sentinelli, al 21’ il Montichiari grida al raddoppio, ma il tocco di Florian viene allontanato sulla riga da Ferri, che mantiene accese le speranze della sua squadra che ottiene i frutti della sua generosa pressione al 38’. Anche in questo caso l’azione è da manuale, con Longhi e Personé che offrono a Varricchio il pallone dell’1-1. Nessuna delle due contendenti vuole però accontentarsi del pareggio e quindi i restanti minuti offrono emozionanti capovolgimenti di fronte. Al 44’, però, sono ancora i rossoblu a riportarsi in vantaggio con un tocco sotto porta di Saleri, che sfrutta al meglio un invitante cross di Muchetti deviato da Murano e sancisce i tre punti per la formazione di Mister Ottoni che può così guardare avanti con rinnovato ottimismo e tanto entusiasmo.     

    Montichiari-Cuneo 2-1

    Montichiari (4-4-2): Gambardella 6.5; Verdi 6.5; Antoniacci 7; Bettenzana 6.5; Filippini 6.5; Muchetti 6.5; Zanola 7; Sogliuzzo 6.5 (35’ s.t. Ruta n.g.); Saleri 6.5; Mastroianni 6 (29’ s.t. Murano n.g.); Florian 6. A disposizione: Polizzi; Zambelli; Severgnini; Talato; Di Nardo. All: Claudio Ottoni (in panchina Mauro Rosin) 7.

    Cuneo (4-3-2-1): Pascarella 6; Passerò 6: Ferri 6.5; Sentinelli 6; Cintoi 5.5 (1’ s.t. Donida 6); Longhi 6.5; Cristini 6.5; Lodi 6; Garavelli 6.5 (26’ s.t. Fantini 6); Di Quinzio 6.5 (29’ s.t. Personé 6); Varricchio 6.5. A disposizione: Lamantia; Morabito; Garrone; Borettaz. All: Ezio Rossi 6.5.   

    Arbitro: Mirko Oliveri di Palermo 6.

    Reti: 38’ p.t. Mastroianni; 38’ s.t. Varricchio; 44’ s.t. Saleri.

    Note: angoli 5-2 per il Cuneo – espulsi: Sentinelli – ammoniti: Zanola; Mastroianni; Sentinelli; Ferri, Cristini; Di Quinzio – recupero: 1’ e 3’ – spettatori 300. 

     

    Il nuovo patron del Montichiari, Francesco De Pasquale, è al centro dell’attenzione nel dopopartita: “Il nostro progetto – esordisce con un ampio sorriso – è partito davvero nel migliore dei modi. Oggi tutte le nostre squadre, dai Pulcini sino alla formazione maggiore, hanno vinto e questo mi sembra un auspicio importante per inaugurare questa esperienza alla quale il nostro gruppo guarda con grande entusiasmo e tanta voglia di fare. Contro una rivale forte come il Cuneo i nostri ragazzi hanno fornito una splendida prestazione ed alla fine è arrivato questo successo che ritengo tanto meritato quanto importante per iniziare con il piede giusto un cammino che possa regalarci tante belle soddisfazioni”.

     

     

    Nello spogliatoio del Cuneo Ezio Rossi analizza con grandissima determinazione la partita. Non alza il tono della voce, ma le sue parole suonano come macigni: “Quando si gioca in 11 contro 12 non si può vincere. Noi abbiamo giocato a calcio, abbiamo tenuto la palla praticamente dall’inizio alla fine, mentre il Montichiari ha giocato chiaramente solo sperando nel nostro errore. Complici alcune decisioni arbitrali che ci hanno oggettivamente danneggiato, alla fine sono stati proprio i rossoblu a ricevere il premio della vittoria, mentre noi, che pure abbiamo comandato le operazioni per oltre 80’, rimaniamo a mani vuote. La cosa che più mi amareggia, però, è che questa non è la prima volta che veniamo penalizzati da decisione arbitrali palesemente sbagliate. Ci hanno annullato quattro gol regolari, fischiato contro in situazioni che, francamente, non c’era alcuna irregolarità. Questa è la verità e bisogna dirla. Noi pensiamo a giocare e cerchiamo di dare sempre il massimo ogni volta che scendiamo in campo, il problema è che è troppo tempo che veniamo sistematicamente penalizzati”.   

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI