Ragazzina 15enne scompare per un brutto voto a scuola. Ritrovata nella notte

    0

    Ore di terrore sono state vissute ieri da una famiglia bresciana che nella serata ha denunciato ai Carabinieri di Sant’Eustacchio la scomparsa della propria figlia 15enne, la quale uscita da scuola alle 13 non aveva mai fatto rientro a casa. La preoccupazione era soprattutto determinata dalla circostanza che la minore, introversa e non abituata a stare per lungo tempo lontano da casa, stava attraversando un periodo di minore serenità per un andamento scolastico non molto positivo e sarebbe proprio un brutto voto preso nella mattinata di ieri, unita alla possibilità di un’ulteriore delusione per i genitori, ad aver fatto scattare in lei l’insana idea di non tornare a casa allontanandosi senza neanche il suo cellulare, ormai rotto da tempo. Considerato anche il pericolo che la ragazza, in ragione del movente della fuga, potesse porre in essere condotte pericolose per la sua vita, sono immediatamente scattate le ricerche anche con la collaborazione delle altre forze dell’ordine e della protezione civile, allertata tramite la Prefettura. La foto della minore è stata consegnata a tutte le pattuglie in circuito e a tutti gli operatori che potevano essere entrati in contatto con lei, come ad esempio autisti di autobus o tassisti. In effetti si è appreso che alle 18 circa la minore era certamente salita su un autobus in via Mazzini. Verificato che nessuno dei suoi compagni di classe l’aveva vista o sentita, le ricerche si sono concentrate soprattutto in quei luoghi normalmente frequentati da adolescenti o dove la minore poteva istintivamente trovare un riparo: stazione ferroviaria, parchi pubblici, centri commerciali. Verso alle 2:30, finalmente, una pattuglia dei Carabinieri di Sant’Eustacchio la trova, infreddolita ed impaurita, mentre cammina per la strada in un quartiere periferico della città. E’ stata quindi accompagnata in caserma dove, constatato il buono stato di salute, ha potuto essere riabbracciata dai suoi genitori.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY