Il Monti aspetta il Mantova per tornare a sognare

0

Il Montichiari è chiamato a cancellare l’opaca prova (e la conseguente sconfitta) con il Renate attraverso uno degli appuntamenti più impegnativi dell’intera stagione. La squadra allenata da Antonio Criniti, infatti, domenica ospiterà il blasonato Mantova, compagine non solo dalle grandi tradizioni, ma anche allestita alla vigilia con l’intento di regalarsi una stagione ricca di soddisfazioni. Un ospite che si preannuncia ancora più particolare per la presenza nelle fila virgiliane di due ex rossoblù come Alfonso Caruso e Stefano Bersi, mentre dietro la scrivania il Montichiari ritroverà Stefano Bonometti, attuale ds mantovano e per sette anni una delle colonne portanti del sodalizio monteclarense. Non mancano quindi le motivazioni in questo incontro, arricchito, tra l’altro, dall’avvincente atmosfera del derby, un appuntamento difficile e ricco di ostacoli, che capitan Muchetti e compagni, tuttavia, sono chiamati a superare a pieni voti. Il Montichiari deve infatti mettere in campo tutta la grinta e l’orgoglio che occorrono per riprendere il proprio cammino verso la desiderata salvezza e dimostrare così immediatamente che la battuta a vuoto di domenica scorsa con i brianzoli è frutto soprattutto del “Città di Meda”, uno stadio che per la compagine monteclarense ha lo stesso effetto della criptonite per Superman. Un capitolo comunque chiuso, da non prendere neppure in considerazione. In questo momento, in effetti, in casa rossoblù si guarda avanti e lo si fa con ulteriore decisione dopo l’intensa settimana di lavoro portata avanti da Mister Criniti (la prima effettiva della sua gestione) e dai suoi giocatori, che hanno cercato di provare schemi e movimenti con i quali far valere in campo le indubbie potenzialità a loro disposizione. Un lavoro intenso e ricco di volontà, che ha portato la formazione monteclarense a trascorrere molto tempo sul campo di Montichiarello. A questo punto, dopo questi giorni di febbrili allenamenti, la parola sta per passare al terreno di gioco e il Montichiari sta per sottoporre i suoi progetti al duro esame di un Mantova che, dal canto suo, è assolutamente deciso a raccogliere al Menti una vittoria fondamentale per la sua risalita. Opposte motivazioni che lasciano intravedere fin d’ora un incontro avvincente e molto combattuto, che la squadra di Antonio Criniti intende affrontare con il cuore per raggiungere il traguardo fortemente voluto di una vittoria che potrebbe proiettare verso il futuro del sodalizio guidato dal patron Francesco De Pasquale nuovi, ambiziosi, squarci di luce.

 

Per quel che riguarda la possibile formazione, infine, Mister Criniti ha provato per tutta la settimana (la prima effettiva della sua gestione) nuove soluzioni. Sembra che il ricorso alle tre punte (o ai due esterni avanzati con una punta centrale di riferimento) stuzzichi in modo particolare l’allenatore rossoblù, che potrebbe finire per far coesistere questa sua idea con la necessità di schierare tre Under dall’inizio della gara. Sommando tutto, in quest’immediata vigilia pare ancora Gambardella il candidato favorito alla maglia numero uno, mentre in difesa (schierata ancora a quattro) Antoniacci e Verdi sembrano sicuri di essere titolari. Per gli altri due posti ci sono Filippini, Zambelli e Bettenzana, uniti in diverse possibilità, che si contendono l’opportunità di scendere in campo dal 1’. Per il resto sembra che il terzetto che con tutta probabilità sarà chiamato a comporre il centrocampo verrà formato da Zanola, Filiciotto e Muchetti. Non mancano comunque le possibili alternative., così come in attacco, sono numerosi i “giochi” che si prospettano, anche se, sostanzialmente, rimangono Dimas, Murano, Florian e Mastroianni a contendersi le tre maglie messe in palio per il reparto avanzato. Questo, almeno stando alle impressioni sollevate dagli allenamenti svolti in settimana, rimane comunque una possibilità da non trascurare la conferma del canonico 4-4-2, con Saleri o Talato che, in questo caso, si affiancherebbero a Dimas e Florian.

Si gioca allo Stadio Menti alle ore 14.30.

Ecco, dunque, la probabile formazione rossoblu (4-3-3): Gambardella (Polizzi); Filippini (Bettenzana); Antoniacci; Verdi; Zambelli (Severgnini); Muchetti; Zanola; Filiciotto; Dimas; Murano; Mastroianni (Florian). A disposizione: Gambardella (Polizzi/Simonini); Pedon; Zambelli (Severgnini); Ruta (Sogliuzzo/Del Padrone); Saleri (Talato); Florian (Murano); Di Nardo.

Squalificati: nessuno – Infortunati: Galeone.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY