Assalto alla missione in Burundi: gravissima suora originaria di Pontoglio

0

(a.c.) Dalle 19.30 di ieri sera buona parte della comunità religiosa bresciana è in apprensione per le sorti di suor Carla Brianza, ancella della carità originaria di Pontoglio, ferita in modo molto grave negli sviluppi di una rapina andata in scena nel campo di Kiremba, in Burundi.

La vicenda è raccontata sulle colonne del Giornale di Brescia in edicola stamane. La religiosa, che è stata per anni la madre superiora della Poliambulanza di Lumezzane, presta la sua opera nell’ospedale delle ancelle della carità della città di Kiremba, ospedale nel quale guida l’intero corpo del personale infermieristico. Intorno alle 19.30 ore italiane (20.30 in Burundi) un gruppo di persone armate ha assaltato il campo. Negli sviluppi delle concitate fasi della rapina i malviventi hanno sparato, e ucciso sul colpo, una suora di origini croate, Lucrezia Manic. Prima di fuggire hanno caricato sul loro mezzo due ostaggi, il volontario veronese Francesco Bazzani e la suora Carla Brianza. Mentre si allontanavano dal campo hanno incrociato un’auto della polizia con la quale hanno iniziato uno scontro a fuoco drammatico: a terra è rimasto il corpo senza vita del volontario veronese e suor Carla, ferita in modo molto grave. 

Trasportata nell’ospedale presso il quale lavora, le sue condizioni destano preoccupazione nei medici, che stanno facendo il possibile per salvarla, mentre in Italia, e a Brescia, si prega per lei.

Ecco alcune informazioni sulla missione a Kiremba: http://www.ancelledellacarita.it/sito/africa.asp

Comments

comments

LEAVE A REPLY