Piano Neve, Labolani: “Siamo pronti”. Ma il conto è salato

0

Brescia è pronta ad affrontare eventuali nevicate. Come ogni anno Loggia e Aprica spa hanno messo a punto un “Piano Neve”: 130 mezzi e quasi 300 operatori sono pronti ad entrare in azione in caso di gelate o alla caduta dei primi fiocchi bianchi. “Siamo pronti” ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Brescia Mario Labolani “quest’anno a bilancio ci sono 50mila euro in più”. Il budget è infatti di 480 mila euro, 200mila come costo base (soldi che saranno spesi anche se non dovesse mai nevicare per la reperibilità del personale e dei mezzi, oltre che per il rifornimento di sabbia e sale), 280mila per circa tre attivazioni del piano neve. Una grossa nevicata costa infatti circa 100mila euro. Ma anche piccoli interventi preventivi, incidono non poco. Lo scorso anno, per esempio, si è dovuti intervenire una quindicina di volte in Maddalena e ogni volta si sono sborsati almeno 3mila euro. Se poi i soldi non dovessero bastare, il budget verrà integrato.

Il Piano prevede una fase di prevenzione, durante la quale viene gettata sulle strade una miscela di sale e sabbia per evitare la formazione di ghiaccio. Vi sono poi 36 punti critici (sottopassi, rotonde, cavalcavia) che in caso di allerta meteo vengono presidiati da 11 autocarri pronti ad entrare in azione. Quando poi la neve inizia a scendere in buona quantità, il Piano viene attuato nella sua integrità: quattro ditte edili (una per quadrante) si occupano di ripulire la viabilità principale, Aprica interviene nelle vie del centro storico e nella prima periferia, i trattori delle aziende agricole coinvolte si occupano invece della viabilità di quartiere. I marciapiedi sono invece a carico di Aprica e di alcune cooperative sociali.  

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY