Nicoli Cristiani durante l’interrogatorio: sono pronto a dimettermi da qualsiasi carica

0
Bsnews whatsapp

“Sono pronto a rendere interrogatorio a chiunque. Ma prima vorrei leggere gli atti che mi accusano, in cui ci sarebbero le fonti di prova contro di me. Indico sin da ora la mia disponibilità a dimettermi da qualunque carica e funzione politica e pubblica, formalizzando tutto non appena mi sarà consentito”. Questo avrebbe dichiarato oggi il vice presidente del consiglio regionale della Lombardia Franco Nicoli Cristiani al gip Cesare Bonamartini durante l’interrogatorio di garanzia, durato meno di mezz’ora. Il legale, Piergiorgio Vittorni, ha chiesto i domiciliari, richiesta a cui i pm Carla Canaia e Silvia Bonardi si sono opposti. Il giudice ha 5 giorni per pronunciarsi.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Tutto questo è il risultato del mancato ricambio amministrativo che sarebbe avvenuto se Formigoni si fosse ritirato dopo il suo secondo mandato come previsto da una legge ignorata. La politica italiana (tutta) ha perso qualsiasi credibilità.

  2. Naturalmente bisogna aspettare il corso della Giustizia, MA NEL CASO SIA VERO TUTTO questo, mi aspetterei NON LE SUE DIMISSIONI, ma il suo allontanamento PERPETUO dai pubblici uffici. Anche dal Parlamento, al quale guarda caso puoi candidarti anche se sei stato condannato per reati amministrativi. NON DOVREBBE ESSERE LUI a dimettersi, ma LA REPUBBLICA ITALIANA dovrebbe dimetterlo FOR EVER.

  3. Scusate, si chiedono le dimissioni di Nicoli, ma quelle di Penati che avrebbe (ed uso il condizionale perchè come per Nicoli la giustizia deve are il suo corso)al quale paghiamo ancora "lo stipendio" dea Consigliere regionale?Vi ricordo Del Turco, (pd) "costretto" a dimettersi, arrestato, prove inoppugnabili, intercettazioni e poi……assolto .Chi gli ridà l’onorabilità perduta?Non si gioca con la vita delle Persone . Attendiamo gli esiti dell’inchiesta

  4. Premesso che condivido il giudizio su Penati, guarda caso entrambi vicepresidenti del Consiglio Regionale, carica che a quanto pare giova negli affari, bisogna, però, precisare che Penati non è in galera, mentre l’altro sì, perchè si è fatto trovare dai Carabinieri con le "mani nella marmellata".

RISPONDI