Il destino del libro e il futuro della lettura di scena al Grande

0

Oggi alle ore 18.00 si terrà il secondo incontro del mini ciclo di conferenze "Non sperate di liberarvi del libro" legate alle aperture letterarie del Caffè del Teatro Grande – Berlucchi.

L’appuntamento sarà un dialogo tra Alberto Albertini, giornalista professionista, e Giuliano Vigini, uno tra i maggiori esperti al mondo di editoria e di lettura. In diversi incontri e in alcuni saggi recentemente pubblicati, Giuliano Vigini ha indagato l’evoluzione del libro nel mercato editoriale degli ultimi anni, affrontando le diverse problematiche che nel corso dei primi anni Novanta hanno fatto sì che il mondo del libro si trovasse ad essere “… come un ponte sospeso tra ciò che non era più e ciò che non era ancora diventato: tra quello, cioè, che si era lasciato alle spalle per sempre e quello che doveva ancora definire nelle linee di sviluppo del proprio futuro. In questi ultimi anni – afferma Giuliano Vigini – l’evoluzione dell’editoria e del mercato editoriale è stata tale che possiamo ben dire di essere dall’altra parte del ponte, nel senso che l’orizzonte dell’editoria appare ormai chiaramente definito…”.

Nel dialogo tra Alberto Albertini e Giuliano Vigini molte domande troveranno una risposta e si delineeranno prospettive originali in riferimento all’avvento dell’e-book, all’integrazione e alla rivalità con le nuove tecnologie, a quanto davvero si legge e si pubblica, a come nasce un libro e a qual è il suo percorso dalla creatività alla pubblicazione e distribuzione.

L’ingresso alla conferenza è libero.

——

Alberto Albertini, manager, copywriter, giornalista professionista, collabora alla pagina Libri e alla pagina Economia del Giornale di Brescia (dove tiene la rubrica "Lettera dall’Industria"). Con Maurizio Bernardelli Curuz nel 1995 ha fondato la rivista Stile Arte. Ha pubblicato due raccolte di poesie, un saggio sulla scrittura di Giuseppe Pontiggia, un monologo teatrale e una raccolta di riflessioni. Ha scritto e prodotto i cortometraggi "Happy hour", finalista a tredici festival internazionali, e "Le parole non bastano" con la colonna sonora di Ivano Fossati. Ha ideato il Diecasting Day, il concorso letterario Brevis e la Fiera del Casoncello (un case study che ha creato quasi cento posti di lavoro). Ha prodotto "Houdini", il secondo CD del cantautore Beppe Donadio e cura il blog www.larepubblicadellelettere.it

Giuliano Vigini è tra i maggiori esperti al mondo di editoria e di lettura. Studioso di Sant’Agostino, consulente delle case editrici, saggista, vanta una vasta attività critica e bibliografica (quasi 200 pubblicazioni in volume), tra cui la «Bibbia Paoline»: testo e commento analitico a fronte di tutti i libri biblici.

Comments

comments

LEAVE A REPLY