Beccalossi: “Paroli si dimetterà da deputato entro l’anno”

0

“Il sindaco Paroli deve rinunciare al doppio incarico e dimettersi. E sono certo che lo farà entro la fine dell’anno. E’ nel suo interesse. E nell’interesse del partito, che deve reagire con orgoglio a una situazione preoccupante, nella quale la questione morale torna al centro del dibattito”. Così la coordinatrice provinciale del Pdl Viviana Beccalossi in un’intervista apparsa oggi sul Corriere della Sera di Brescia. Beccalossi ricorda come la rinuncia al doppio incarico sia da un lato un segno di “coerenza a livello di partito” e come vi sia anche una sentenza della Cassazione in questa direzione. Paroli, ha ricordato la coordinatrice, ha già detto che lascerà il parlamento per dedicarsi a tempo pieno alla città. Ma quello del primo cittadino della Leonessa non è un caso isolato, c’è anche Molgora, ha spiegato la Beccalossi.  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. …e così siamo arrivati al punto che è la Beccalossi a di(s)mettere il sindaco di Brescia. Un sindaco che s’è fatto sostituire alla guida della città dal leghista Rolfi, oggi – pur davanti ad una sentenza chiara che non rispetta- si fa sostituire dalla coordinatrice del suo partito. Che gli detta pure i tempi. In Consiglio più volte si sono chieste le sue dimissioni, ma in quel caso non ha mai risposto facendosi sostituire dal silenzio. Per quanto poi riguarda i rapporti con i cittadini che chiedono udienza o d’essere ricevuti si fa sostituire dall’impiegata. Brescia ha conosciuto sindaci "per sempre" e purtroppo per tutti noi anche un sindaco "per mai".

  2. ma non è che sceglie così per prendere ancora il vitalizio come deputato già da adesso mentre se aspetta il 2002 non lo prende più? Ma fini e schifani non avevano dichiarato che non avrebbero accettato dimissioni "sporche" entro fine anno? E lo facciamo passare per senso etico e impegno per la cittadinanza? Ma va….

  3. ha ragione il commentatore delle 1442 !!! ecco perché la beccalossi dice " E’ nel suo interesse". I politici che attualmente siedono a Palazzo Madama e Montecitorio possono sottrarsi alla nuova misura che taglia i vitalizi dei parlamentari dando le dimissioni entro l’1 gennaio 2012. E molti, secondo le ultime indiscrezioni riportate da SkyTg24, stanno pensando di fare un passo indietro prima che scada l’anno. che grande amore per la nostra città che ha il nostro caro sindaco.

LEAVE A REPLY