Brebemi, Cattaneo conferma la tabella di marcia: “L’apertura nella prima metà del 2013”

0
Bsnews whatsapp

Sui cantieri della Brebemi sotto sequestro nell’ambito dell’inchiesta di Brescia sulle tangenti ”ci sono notizie positive e mi auguro possano riprendere rapidamente a tempo pieno”. Lo ha assicurato l’assessore regionale alle Infrastrutture, Raffaele Cattaneo, a margine dell’inaugurazione dello svincolo autostradale di Origgio-Uboldo sulla A9, confermando che ”entro meta’ 2013 i cantieri saranno completati secondo la tabella di marcia”.

”Il Tribunale del riesame valutera’ l’istanza di dissequestro il prossimo 20 dicembre – ha aggiunto -. Spero anche per i 926 lavoratori in cassa integrazione ci sia una soluzione positiva. E posso dire che, anche se fosse riscontrato inquinamento che al momento centinaia di prelievi da parte dell’Arpa non hanno riscontrato, abbiamo verificato che i tempi tecnici per le operazioni di bonifica sarebbero al massimo di un paio di settimane: quindi confermiamo anche per la Brebemi la tabella di marcia”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Ma qualcuno si fida ancora di questi individui? Con la montagna di soldi in gioco e con il rischio che chissà quali ulteriori altarini possano saltare fuori si può davvero essere certi che i controlli siano fatti per bene? Si può pensare che un affare colossale gestito in maniera delinquenziale possa essere messo in discussione per salvaguardare la salute del popolo? Tanto i potenti hanno le loro belle ville lontano dall’asfalto delle autostrade e, soprattutto, da quello che potrebbe essere stato nascosto sotto questo asfalto… Ricordiamoci che il Signor Cattaneo, che è dello stesso partito del Sig. Nicoli Cristiani, è quello che diceva che aumentare gli abbonamenti ai pendolari era necessario per assicurare servizi di trasporto ferroviario migliori, addirittura a livelli svizzeri!!!! Gli aumenti ci sono stati e chiumnque può verificare l’affidabilità del personaggio.

  2. ma guardate che le scorie sono la normalità. Il problema è che le scorie devono essere "pulite". Inoltre è 30 anni che a Treviglio hanno il cromo esavalente in uno degli acquedotti, però legambiente non dice nulla. Mi sembra che si voglia colpevolizzare la brebemi per pulire la coscienza di quanti fino adesso hanno taciuto. Non vorrei che del cromo esavalente contenuto nell’acquedotto si dia responsabilità al sottofondo della brebemi. Ognuno deve prendersi le proprie responsabilità. Finora dai prelievi fatti dall’ARPA, tutti imateriali sono risultati conformi a quanto previsto dalla legge.

RISPONDI