A Brescia la marcia nazionale per la Pace del 31 dicembre

0

La città di Brescia si prepara ad ospitare la 44esima Marcia nazionale per la Pace, il tradizionale appuntamento organizzato il 31 dicembre da Caritas Italiana e Pax Christi, con la collaborazione della Commissione Cei per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace e, quest’anno, la diocesibresciana. Un’occasione per riflettere sul tema scelto da Benedetto XVI per la 45esima Giornata mondiale della Pace del 1° gennaio: ”Educare i giovani alla giustizia e alla pace”. Nel 2010 la Marcia si era svolta ad Ancona.

Il Sir, agenzia promossa dalla Cei, riferisce che la partenza della Marcia, alle 18.30 dal parcheggio Iveco, sarà preceduta da un momento di preghiera ecumenica a cui interverra’ mons. Giancarlo Bregantini, presidente della Commissione Cei per i problemi sociali e il lavoro. Al centro della preghiera i temi del lavoro, della persona e della pace, approfonditi dalle testimonianze di Alfredo Bazoli, presidente Mine Action Italy, e Zeggai Nighisti, coordinatrice regionale dell’associazione Donne eritree. Poi inizierà il lungo cammino per le vie della città.

Un percorso scandito da momenti di silenzio, preghiera e riflessione che culminerà, pochi minuti prima della mezzanotte, con la messa nella collegiata dei Santi Nazaro e Celso. Il primo momento di riflessione si terrà, alle 19, nella Basilica dei Santi Faustino e Giovita dove il presidente di Pax Christi Italia, mons. Giovanni Giudici, guiderà un momento di approfondimento sul tema ”Educare alla giustizia e alla pace”, riprendendo il messaggio di Benedetto XVI. La riflessione di mons. Giudici vedrà due testimonianze di giovani di Pax Christi e della Caritas diocesana. La marcia riprendera’ poi in direzione di Piazza della Loggia dove si sostera’ in silenzio e verranno deposti dei fiori nei pressi della lapide che ricorda la strage del 1974. Alle 21 i fedeli vivranno, invece, un altro dei momento forti della giornata nei pressi dei Carceri di Canton Mombello.

Sara’ il presidente di Caritas italiana, mons. Giuseppe Merisi, ad affrontare nella sua riflessione del tema ”poverta’ e solidarieta”’, prima di lasciare la parola a una volontaria che opera nella casa circondariale e alla lettura di un messaggio dei detenuti. La vicinanza ai carcerati sara’ sottolineata anche da un gesto concreto: gli organizzatori hanno invitato i partecipanti a marciare nel digiuno e nella preghiera e ad offrire nella messa il corrispettivo della cena a favore del Vol-Ca (Volontariato Carcere). Lasciato Canton Mombello si camminera’ verso la collegiata dei Santi Nazaro e Celso dove mons. Luciano Monari, vescovo di Brescia, presiederà la messa.

Comments

comments

LEAVE A REPLY