Furti e danni alle statuette, Fiumicello rinuncia al presepe di via Volturno

0

I vandali l’hanno avuta vinta. E così dopo aver danneggiato prima danneggiato alcune statuette con un lancio di pietre e poi fatto sparire dalla culla la statua di Gesù Bambino, il presepe di via Volturno è stato rimosso dal giardino della parrochhia di Fiumicello. «Questo Natale hanno vinto l´odio e l´intolleranza» ha commentato don Osvaldo Resconi dalle pagine di Bresciaoggi. Il presepe realizzato da Mcl- Movimento cristiano lavoratori e patrocinato dal Comune di Brescia ieri mattina è stato smantellato e al suo posto è rimasto un prato vuoto.  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. dove andremo a finire? adesso non si possono più fare neanche i presepi?? ai signori cui danno fastidio, consiglio di voltarsi dall’altra parte!

  2. Questa volta la discriminazione e l’intolleranza colpiscono le tradizioni cattoliche. E infatti spariscono i commenti pro rispetto di tutte le culture… Trovo davvero strano questo fenomeno! Se i vandali avessero danneggiato una moschea ci sarebbe una sfilza di commenti indignati, ma siccome si parla di presepe, allora va bene, e tutti tacciono…

  3. sono daccordo cone te Lucia , solo che e’ proprio la chiesa romama cattolica ad aprire le porte alle altre religioni fondamentaliste ed estremiste e da questi sara’ cancellata …

  4. Mi raccomando: sempre guerre di religione, anche dove non ci sono. A Castenedolo hanno bruciato il presepe: tre minorenni imbecilli, i genitori dei quali evidentemente gli hanno negli anni risparmiato la dose di doverosi calci in culo che avrebbero meritato. Ma naturalmente i censori hanno già deciso che è in atto una guerra di religione. Sarebbe triste dover ammettere che siamo noi dei poveri deficienti, meglio pensare alla cospirazione dei fondamentalisti. Che sicuramente hanno fatto un piano internazionale per fregare la statua di Gesù Bambino a Fiumicello…

  5. La guerra di religione l’ha tirata fuori lei. La mia è una semplice constatazione. E non ho parlato di fondamentalismi. Anche in questo caso l’ha tirato fuori lei. Faccio solo notare la diversa reazione dell’opinione pubblica. E non può dire che non è vero. Perché i ragazzini che bruciano il presepe sono, come lei dice giustamente, degli imbecilli maleducati, ma se avessero danneggiato una moschea sarebbero mostri razzisti e intolleranti. Secondo me il mancato rispetto delle religioni è segno di intolleranza sempre e comunque, sia che si tratti di Cristianesimo, Shintoismo, Islam o qualunque altro

  6. signora lucia lei sbaglia i tempi: il suo discorso avrebbe avuto senso se ci fosse stato un coro di "hanno fatto bene".. è pretestuoso trarre certe considerazione…

  7. "La guerra di religione l’ha tirata fuori lei". Si è vero, a seguito del commento delle 19:53 "e’ proprio la chiesa romama cattolica ad aprire le porte alle altre religioni fondamentaliste ed estremiste e da questi sara’ cancellata". Di "fondamentalismo", infatti, si parla in quel commento che non è suo. Perchè si ritiene chiamata in causa, Lucia? Non mi riferivo a lei… E quando parlavo di "poveri deficienti" mi riferisco alla nostra società, nella quale i genitori non sono in grado di educare i loro figli. Solo che non lo vogliamo nemmeno ammettere. Come mai è così suscettibile?

  8. A dire il vero non avevo notato il commento sulla Chiesa Romana, il Suo era più lungo e leggendo dal display del cellulare proprio non avevo notato che ce ne fosse un altro. Quindi mi scuso. Ma non sono suscettibile, semplicemente ho male interpretato un commento. Capita di fraintendere…

LEAVE A REPLY