Bossi jr e i festini, il Fatto: “Nessuna inchiesta”. Rizzi: “Chi sono i mandanti? Serve pulizia nel nostro movimento”

29
Bsnews whatsapp

“Voglio sapere chi sono i mandanti!” Questa è l’affermazione dell’assessore regionale Monica Rizzi dopo l’articolo del Fatto Quotidiano, nel quale sono state riportate le dichiarazioni del neo-procuratore capo di Brescia, Salamone, il quale ammette che non esistono fascicoli aperti nei confronti del consigliere regionale Renzo Bossi e  del fidanzatoAlessandro Uggeri, confermando che sono beghe interne alla stessa Lega Nord.

“Dopo l’attacco vergognoso di Repubblica -continua la Rizzi-, probabilmente commissionato da qualcuno, questo episodio per me, deve essere considerato la goccia che fa traboccare il vaso. Credo, sia arrivata l’ora di fare un po’ di pulizia all’interno del nostro movimento, le mele marce vanno tolte, perché rischiano di rovinare tutto il cesto. Renzo Bossi lo conosco da quando è nato, è un ragazzo per bene e completamente al di fuori da queste accuse, gettare fango su persone oneste e pulite, è una mossa veramente raccapricciante. Un ragazzo così giovane non può, e non deve essere gettato in pasto all’opinione pubblica, soprattutto con accuse di tale gravità. Nel 2011 anch’io sono stata oggetto di una campagna mediatica montata per infangare il mio nome – prosegue l’assessore Rizzi-, fatta di inchieste fasulle costruite ad arte per colpirmi in maniera bieca. Colpire me significava comunque colpire la famiglia Bossi, visto che Renzo, infastidendo molti, era stato candidato nel mio collegio risultando il leghista più votato della provincia di Brescia". "Alla luce delle dichiarazioni del procuratore capo Salamone – chiosa la Rizzi-, il nostro avvocato Alessandro Diddi, il quale si è già attivato con il magistrato per avere un appuntamento, provvederà ad avere al più presto un colloquio con lo stesso, per chiedere di aprire una inchiesta e individuare i colpevoli di questo complotto mediatico”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

29 COMMENTI

  1. non esiste alcun mandante e nessuna faida interna , Il Fatto o Repubblica cioe’ la sinistra non hanno altri mezzi per cercare di recuperare voti , ma ormai chi ci abbocca piu’ ?

  2. notate nella fotografia dell’articolo l’espressione di acuta intelligenza che sfodera la nostra assessora…guarda verso un glorioso futuro che la vedrà impegnata a dialogare con i grandi della terra. Vai dottoressa! ti seguiamo tutti…ma vedi di non fermarti che se ti prendiamo te la diamo noi la laurea.

  3. Vedi Rizzi, dire che Bossi Il Trota e’ stato il piu’ votato della provincia di Brescia e’ vero, ma molti si sono tappati il naso per votarlo,ed e’ stato l’esempio piu’ scandaloso di nepotismo, nemmeno la dc nei tempi passati si comportava cosi’, poi devi ringraziare di essere vicina alla Famiglia Bossi perche’ se ti capitava l’inghippo della falsa laurea due o tre anni fa’ ti ritrovavi con il posteriore per terra e fuori dal movimento. ( se non ci sei arrivata vedi se ti ricorda qualcosa ce’) per cui il bel tacer non fu mai scritto ed e’ ora che taci perche’ raggiungi livelli talmente bassi ed incommentabili. I mandanti sono i Leghisti stufi di vederti , sono quelle persone che hanno visto cambiare il movimento , uniformandosi a tanti altri. per cui non ci sono mandanti quando quello che fai e’ la pura verita’. ritirati che e’ meglio prima di fare dell’ulteriore male al movimento. devo dire una cosa che le presenze in territorio bresciano, del Trota stanno alle presnze del sindaco di brescia On. Adriano Paroli. Eppure i voti li ha presi qui.

  4. COI DISASTRI CHE COMBINI GIORNO PER GIORNO,CARA MONICA RIZZI,TI CONVIENE LEGARTI UNA CORDA AL COLLO,CON UNA GROSSA PIETRA,E BUTTARTI NEL PO,CON LA PACE DI TUTTI,PADANI O MENO.LA STESSA COSA DEVONO FARE I COMPONENTI IL TUO STAFF DI SUCCHIARUOTE E CHE DIO VI BENEDICA!UNA PRECE!

  5. Perche’ per togliere ogni dubbio non vi fate le analisi delle urine e del sangue e ce le fate vedere anche a noi cara "casta" della lega?

  6. Ma alla fine dopo 20 anni, la lega cosa ha fatto per il "popolo padano"?
    Che cosa ha portato a casa? Che fine ha fatto sto federalismo che era il loro cavallo di battaglia?
    Hanno portato a casa solo i privilegi della politica come hanno fatto tutti!!!!

  7. La Lega non deve portare a casa niente: deve cercare di impedire che ci portino via.
    Guardate che a Roma nemmeno gli importa degli aumenti dei pedaggi autostradali: il GRA non lo pagano..è gratis (a Milano le tangenziali si pagano).
    Ed il loro sindaco (ve lo raccomando) minacciò di abbattere i caselli (non con la sua auto,ma con quella blu) se l’avessero imposto.
    E questo è solo un microscopico esempio.
    Non vogliono assolutamente cambiere niente.

  8. Ma che sta dicendo questo qui, farnetica sui costi delle tangenziali. A Milano la tangenziale si paga e da quando? A Brescia la tangenziale si paga? A Napoli si paga, eccome ed è anche salata. Quindi, quando le cose non si sanno è meglio tacere!

  9. Incuriosito sul fatto se a Milano si paga o non si paga la tangenziale sono andato a fare una ricerca su in internet : A Milano si paga la tangenziale? Tra le voci uscite nel motore di ricerca ho trovato un interessante lettura che invito tutti i lettori di BSNEWS a fare: Salvini, il milanese che fa propaganda sulle tangenziali di Milano…. Uno scritto esemplare sulle tante bugie leghiste che servono a incattivire gli animi giocando sull’ignoranza. A Milano c’è una sola barriera dove paghi 1,50 euro e che i milanesi hanno ben imparato ad aggirare. Mentre c’è una bella proposta del Presidente della provincia Podestà, sostenuto dalla lega nord che, invece, vorrebbe farc pagare a tutti i milanesi la tangenziale. Questa considerazione, giusto per fare un po’ di chiarezza sui tanti personaggi leghisti che in questi anni abbiamo imparato a conoscere, ivi compresa la "psicologa" Rizzi.

  10. Mi pare che l’unica cosa che hanno portato via sono i privilegi per loro…per esempio le auto blu con tanto di autista e benzina pagata da NOI PADANI che la Rizzi usa quando ritorna in valle a trovare i parenti. Perche’ non viene con la sua personale? Consuma troppo ed e’ troppo stanca per guidare? Sembra che anche la lega non voglia cambiare niente…..

  11. Avete presente il film "il distinto gentiluomo" con Eddy Murphy, dove lui si candida al Congresso USA per via dell’uguaglianza del suo nome con un famoso candidato?
    Ecco, ora pensate al perchè un giovane sfigato di congnome "Bossi" viene candidato a Brescia…..
    Forse perchè il collegio dove durante le elezioni precedenti circa 10.000 elettori ignoranti votarono indicando "Bossi" sulla scheda?
    Per altro invalidando il voto perchè allea bastava la croce sul simbolo PDL??

    Forse il suo babbo gli a dato una mano o forse c’è lo zampino di lupus reguzzoni delfino infabula????

  12. giusto pulizia….comicnciamo con le false lauree ehhmm no scusate ho sbagliato, meglio cominciare coi raccomandati tipo i figli di esponenti famosi del movimento ahhhh no mmmm scusate ho sbagliato ancora una volta…..allora, per fare pulizia nel movimento si cominci da………bo?!

  13. non ha la laurea me è come se l’avesse: potrebbe parlare per ore di qualsiasi argomento senza dire niente.
    questa si che è un’arte!! Calderoli in confronto è un povero mollusco.

RISPONDI