Moschea di Cologne, Cgil: “Solidarietà al sindaco, no alle derive xenofobe e populiste della Lega”

12

Solidarietà al sindaco di Cologne, "esempio di rettitudine e responsabilità amministrativa", e un duro attacco "alle derive poluliste e xenofobe della Lega Nord". E’ questo in sintesi il significato di una nota sul via libera al centro islamico di Cologne diffusa dalla Camera del Lavori di Brescia e firmata da molti esponenti del terzo settore e del mondo Cattolico (Pax Christi, Missionari Comboniani). Ecco il testo completo del comunicato:

 

Da mesi ormai la questione della cosiddetta moschea di Cologne  ha evidenziato continue aggressioni nei confronti di un Comune  dotato di Amministratori liberamente eletti dai cittadini e che garantisce tutti gli organi di rappresentatività  previsti dalla  Costituzione  e dalle leggi in vigore.

 

Al dibattito politico la Lega Nord ha preferito il ringhio minaccioso  per impedire il rispetto delle norme e i dettami costituzionali inerenti la libertà di opinione, di convinzione e di confessione religiosa.

La prevaricazione accompagnata da accuse tipiche dei persecutori nei confronti delle vittime è diventato il mantra degli slogan leghisti e non solo, in fatto di luoghi di culto di altre religioni l’amministrazione della città di Brescia “docet”.

Nella nostra patria italica , nella nostra Costituzione, nella nostra cultura democratica, nella nostra fede, riteniamo che ciascuno sia libero di pensare, pregare, scrivere  tutto quel che vuole  a patto che non offenda o limiti  le libertà altrui nei limiti e nelle forme previste dalla  Costituzione Repubblicana.

La mancanza di ravvedimento nei confronti del disastro in cui le forze politiche al governo fino a d ieri ci hanno portato sta alla base del rinvigorimento del ringhio leghista. C’è da stupirsi  del fatto che forze politiche moderate di limpido passato democristiano non prendano le distanze dalla deriva populista, xenofoba e mistificatoria dei vecchi compagni di strada.

E’ venuto il momento in cui il ventilabro separi il grano dalla pula.

I predicatori di  rancore  , che continuamente istigano all’odio razziale o religioso, cosa che nei paesi civili porta in galera, ma che evidentemente in Italia viene tollerato anche a livello delle istituzioni,  basti pensare ad alcuni ministri del passato governo, non trovano altro modo di far politica  che : attaccare le istituzioni democratiche a tutti i livelli, farsi beffe del Capo dello Stato, denigrare le ragioni degli oppositori politici, attaccare e discriminare i cittadini immigrati.

Ben venga il coraggio di un Sindaco e di una Amministrazione che sanno resistere agli attacchi mediatici e politici  orchestrati  ai fini di violare le libertà costituzionali di ogni cittadino e solo per riagguantare un consenso politico sperperato nella piena condivisione dell’avventura berlusconiana.

Esprimiamo piena solidarietà al Sindaco di Cologne e alla sua Amministrazione, esempi di rettitudine e di responsabilità amministrativa.

 

Giovanni Franco valenti

Don Fabio Corazzina

P. Mario Menin, Direttore della rivista  Missione Oggi

Brunetto Salvarani, Direttore di CEM Mondialità

Marco Fenaroli

Damiano Galletti

Daniela Calzoni

Elsa Pasotti

P.Enea Mauri, Missionari Comboniani

Anna Festa

Giacomo Ferretti, Ariciragazzi – Brescia

Flavio Martello

Giulia Di Fiore

Wanda Ielasi

Anna Zinelli, Coop. Terre Unite

Jose Ramiro Llatas Perez,

Antonio Di Gennaro

Giovanna Benini

Daniela Longinotti

Elgataa Said

Dante Mantovani

Comments

comments

12 COMMENTS

  1. Eccoli i coccola-immigrati della cgil,puntuali come un orologio svizzero…tanto mica ci abitano Lorsignori vicino alla moschea,ma quei pezzenti degli operai italiani(si proprio quelli che avevano in tasca la tessera della cgil tanti anni fa).

  2. from Cologne city ha pienamente ragione hahahahaha manco uno di Cologne , cosi come ad Adro . eppoi non capisco la necessita’ di mostrare queste firme ….ecchi @@@@@ sarebbero ? LOL se la CGIL si interessasse di piu’ degli italiani sarebbe meglio , specialmente di quelli che gli pagano lo stipendio sicuro fino alla pensione.

  3. parafrasando Churchill…" potevano scegliere fra il quieto vivere del politically correct e la guerra, hanno scelto il poltically correct e avranno la guerra"…bah…ognuno si sceglie la guerra civile che si merita…gli italici si sono scelti questa e fra qualche anno l’avranno in casa, con tanti saluti a quelli di pax Christi e compagnia cantante…la frase piu’ divertente di questa brodaglia misticheggiante (..il ventilabro…LOL) e’ quando si parla del "limpido passato democristiano"… son caduto dalla sedia! Di chi parlano? di Andreotti? di Forlani? del suo portaborse Casini? di Salvo Lima?…limpido passato democristiano…E un comunicatino…due righine piccole piccole, un pizzino di questi attivisti sui Cristiani nigeriani massacrati dagli islamici? No, meglio di no…

  4. Un bel referendum toglierebbe ogni dubbio. Paura di scoprire che la moschea non la vorrebbe davvero nessuno? Tranne gli euroislamici della catto sinistra,si intende. Dite quanto costerà ai cittadini ITALIANI. Per uno schifo di tessera non si fermerebbero davanti a niente. Via le tessere dalla nuova casta di privilegiati. Pagate l’ici e presentate i vostri bilanci e dimostrate di essere persone sensate.
    Invocano prima il pagamento dell’ici alla chiesa, tranne poi pagarne uno solo degli oltre 5000 immobili sparsi un tutta la nazione. Vergognatevi.

  5. Comè già detto in risposta a tuo altro post, per la moschea è stata "individuata" un’area in cui è possibile farla. Se vorranno farsela, se la faranno gli interessati con i loro soldi. Esattamente come avviene per le chiese, le case e i capannoni: i piani "individuano" le aree dove si possono fare le case o le palestre o i capannoni: mica le regalano!!! Se poi vuoi far finta di non capire perchè ti si toglierebbe un argomento, giudichino quelli che leggono…

  6. Come mai solo a cologne c\’è bisogno di predisporre tutto per un non meglio precisato "edificio di culto"?forse tutti i comuni non governati dai coccola-immigrati sono fuorilegge?La realtà è che volete la moschea,almeno abbiate le palle per dirlo….

  7. dove sono quelli che rivendicano "le nostre radici cristiane"? tiratele fuori dalla melma putrida della vostra intolleranza e scoprirete che il cristianesimo è innanzitutto tolleranza ed accoglienza. non odio che acceca le menti.

  8. Io sono un tecnico e ti spiego come funzionano i fatti tecnici: "individuare" non significa "regalare", quindi chi scrive che si spenderanno sildi pubblici per fare la moschea non dice il vero. Scegliere di "individuare" o meno, attiene invece alla "politica" (non ai tecnici). Quando scrivi "abbiate le palle", ti rivolgi ai politici. Cioè a quelli che "hanno ricevuto il mandato per governare" e che se governano bene o male verranno rivotati o meno alle prossime elezioni. Stai calmino, eh…

  9. per radici cristiane…E un comunicatino…due righine piccole piccole, un pizzino, un sms, segnali di fumo, una mail di questi attivisti sui Cristiani nigeriani massacrati dagli islamici? No, meglio di no… metti di accecare le menti…

  10. "Ben venga il coraggio di un Sindaco e di una Amministrazione che sanno resistere agli attacchi mediatici e politici orchestrati ai fini di violare le libertà costituzionali di ogni cittadino" mi sa che avete preso un grosso abbaglio!!!

  11. sai com’e’ donkey schott , i nazicomunisti tirano in ballo le radici cristiane e il Papa solo quando gli fa comodo ahahaha ,hai presente l’ICI ? uguale uguale , peccato che non vedono le centinaia di sedi di CGIL PD RC SEL SIL SUl SAL e chi piu’ ne ha ne metta.

LEAVE A REPLY