Cani e gatti avvelenati a Capodiponte: è una strage

0
Bsnews whatsapp

(a.c.) Una vera e propria strage di cani, ma sono stati colpiti anche poveri gatti, si sta verificando sui monti di Capodiponte, a nord dell’abitato di Pescarzo. Una decina in tutti gli esemplari deceduti in preda a convulsioni e tremori dopo aver ingerito bocconi avvelenati.

Inutile dire che fra tutti i proprietari di cani del comune il timore che capiti qualcosa è forte. Il sindaco Francesco Manella invita tutti i cittadini a non portare i cani sui siti pericolosi nei dintorni di Pescarzo, o quantomeno ad indossare loro la museruola (vedi sotto il comunicato diffuso). Nel frattempo le ricerche dei responsabili di questi episodi proseguono. L’ipotesi più probabile, o forse quella che più facilmente si vorrebbe credere come vera, è che i bocconi avvelenati siano disseminati per colpire volpi e predatori selvatici e non cani domestici. 

Avvelenamento di cani a Pescarzo: fare attenzione ed utilizzare la museruola

IL DIPARTIMENTO VETERINARIO DELL’ASL DI VALLE CAMONICA A SEGUITO DI ACCERTATO AVVELENAMENTO DI CANI HA
SEGNALATO AGLI UFFICI COMUNALI CHE NELLE ZONE DI VALSERTA – ZEREN – PLANARETO – FLENA, SONO STATE POSIZIONATE, DA PARTE DI IGNOTI, ESCHE POTENZIALMENTE LETALI PER GLI ANIMALI CHE LE INGERISCONO.
A TAL FINE SI STANNO EFFETTUANDO VERIFICHE SUL TERRITORIO.

SI INVITANO I DETENTORI DI CANI CHE TRANSITANO IN QUELLE LOCALITA’ DI MUNIRE I PROPRI ANIMALI DI IDONEA MUSERUOLA E
SEGNALARE TEMPESTIVAMENTE AGLI UFFICI COMPETENTI EVENTUALI ESCHE RITROVATE AL FINE DI PROVVEDERE CON TEMPESTIVITA’ AGLI INTERVENTI NECESSARI.

Capo di Ponte, 10 gennaio 2012,
IL SINDACO Francesco Manella

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI