Loggia, il bilancio di previsione arriva in Aula. Sarà un 2012 di sacrifici

0
Bsnews whatsapp

Sarà un anno di sacrifici quello che aspetta il Comune di Brescia e che oggi ha fatto discutere a lungo il consiglio comunale, chiamato ad approvare il bilancio di previsione. Due – ha sottolineato l’assessore Fausto Di Mezza – sono i problemi principali che l’amministrazione si è trovata ad affrontare quando il quadro dei conti era già definito: circa 30 milioni in meno di trasferimenti da A2A e 6 di mancati introiti dallo Stato. Tagli che hanno obbligato l’amministrazione ad operare tagli lineari su diversi fronti, in particolare sociale (4 milioni), Tpl (1,5 milioni) e Polizia locale (1,9 milioni), con la cancellazione dei trasferimenti per le associazioni sportive e culturali (ma la speranza è di integrarli, almeno parzialmente, nel corso dell’anno). Di Mezza ha quindi chiarito nuovamente le ragioni che hanno portato la Loggia a introdurre l’Addizionale Irpef e affrontato la questione del patto di stabilità (52 i milioni che la Loggia deve recuperare), sottolineando che sarà necessario alienare patrimonio. Ma aggiungendo: “Contiamo di essere inseriti tra i Comuni virtuosi, perché ciò ci permetterebbe di risparmiare almeno dieci milioni. Il bilancio preso in considerazione è quello del 2009: se non verremo inseriti tra i virtuosi ci prenderemo le nostre responsabilità, ma in caso contrario sarà un chiaro segnale. Spero che quel bilancio venga riconosciuto come uno dei migliori di questa amministrazione”.  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI