Imu, Confagricoltura chiede ai sindaci di ridurre le aliquote sui fabbricati rurali

0

Il Presidente dell’Unione Provinciale Agricoltori Francesco Bettoni è tornato sul grave problema IMU con una missiva a tutti i Sindaci della provincia. Nella stessa ha sottolineato come la Legge n. 214 del 2011, di conversione del D.L. 201/2011, recante “Disposizione urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici” che ha anticipato l’entrata in vigore dell’imposta municipale unica (IMU) prevista dal Decreto Legislativo n. 23/2011, al 2012, penalizza pesantemente la filiera agricola, incidendo negativamente sui fattori produttivi.

E’ bene ricordare che i fabbricati rurali (stalle, cantine, serre, fienili, cascine, ricovero attrezzi, capannoni) – ha detto Bettoni – costituiscono delle mere pertinenze del fondo agricolo, in quanto strumentali allo svolgimento delle attività di coltivazione e allevamento e che per questo non generano di per sé un proprio autonomo reddito. Il Presidente Bettoni rivolgendosi ai Sindaci ha chiesto, a nome di tutti gli agricoltori, rientrando nella facoltà dei Comuni, di poter ridurre le aliquote base applicabili ai fabbricati rurali ad uso strumentale. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ma non si vergognano???? Prendono contributi dallo Stao, dall’Ue, dalla Regione, dalla Provincia, dai Comuni e da non so chi altro; hanno agevolazioni in tutti i campi; le loro "cascine strumentali allo svolgimento dell’attività" sono spesso ville di super lusso (con reddito ZERO)….ma cosa vogliono ancora????? In Italia ci sono TROPPE caste e nessuno è disposto a mollare nemmeno una piccola parte dei propri privilegi…gli unici che pagano veramente sono i poveri lavoratori DIPENDENTI REGOLARMENTE ASSUNTI….andiamo davvero male….

LEAVE A REPLY