La Lega Nord mette il veto alla nuova sede Asvt. Matteo Micheli: “I 5 milioni mettiamoli a disposizione del territorio triumplino”

4
Bsnews whatsapp

ll direttivo di Circoscrizione Valle Trompia, formato da tutti i segretari di sezione della Lega Nord, si è riunito nei giorni scorsi e ha dato  mandato ai propri rappresentanti nel Patto dei Sindaci e nel CdA  di sospendere il progetto per la costruzione di una nuova sede dell’ Azienda Servizi Valtrompia. Una decisione presa in seguito alle dichiarazioni di  Diego Toscani, presidente dell’ Asvt  che nei giorni scorsi ha parlato proprio della nuova costruzione prevista nel Comune di Sarezzo.  La posizione del Segreterio Provinciale del Carroccio Fabio Rolfi  è chiara: ‘ Si tratta di un’opera sproporzionata ed assolutamente non prioritaria.’  Il Segretario di Circoscrizione Matteo Micheli spiega invece che, ‘Se la sede attuale in Comunità Montana non risulta ampia a sufficienza o adeguata, è possibile individuare sul mercato gli spazi sufficienti per razionalizzare e migliorare l’attuale logistica.’   L’Asvt, è  in  affitto nei locali della Comunità Montana di Val Trompia e occupa 304 Mq sostenendo una spesa per l’affitto di 12.348 euro. Per Micheli, ‘ E’ in quella sede che vanno identificati gli uffici e gli spazi liberi che sono disponibili al fine di permettere l’allargamento.’ ‘Il che -continua Micheli-  significa, risparmiare i 5 milioni di Euro che costerebbe la nuova sede, di cui oltre ben 2 milioni a carico della stessa Asvt. Sarebbe meglio, invece, destinare tali investimenti a supporto del territorio triumplino”.  Il Carroccio bresciano ritiene l’opera  uno sperpero di denaro dei contribuenti in un momento di difficoltà economica come quella attuale. Per Rolfi, ‘E’ davvero poco lungimirante e irrispettoso nei confronti dell’intera Comunità Valtriumplina costruire ex novo nuova sede, obbligando le generazioni future a pagare mutui di 20 o 30 anni stipulati oggi per un’opera del tutto superflua’. Gli esponenti leghisti evidenziano, infine, che  ‘ certi amministratori vivono manie di grandezza, ingiustificate già in periodi economicamente floridi, figuriamoci oggi, in tempo di crisi e difficoltà per molte famiglie ed imprese già vessate dai banchieri di Roma. Oggi serve sobrietà e le risorse vanno finalizzate agli investimenti prioritari e veramente necessari. Crediamo che Asvt dovrebbe impegnare le proprie risorse in progetti per il territorio prima di investire in nuove sedi.’

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

4 COMMENTI

RISPONDI