Basket, la Centrale travolta dalla Trenkwalder. A Reggio Emilia finisce 85 a 49

0

Niente da fare per la Centrale del Latte Basket Brescia che ieri, a Reggio Emilia, è stata travolta dalla squadra di casa per 85 a 59. A Reggio Emilia si gioca il recupero della IV giornata di ritorno contro i padroni di casa della Trenkwalder attualmente secondi in classifica alle spalle di Pistoia ma con ben due turni di campionato da recuperare e quindi con la possibilità di essere considerati se non in vetta da soli quantomeno a pari punti con la capolista Pistoia. Coach Dell’Agnello deve rinunciare ancora a Ryan-air e fare i conti con qualche acciacco dei suoi uomini, ma la Leonessa non ha nulla da perdere e cercherà fino in fondo di giocarsi la partita. Parte bene Reggio Emilia che dopo un uno su due dalla lunetta di Goldwire trova una tripla con Filloy piedi per terra. I padroni di casa riescono a trovare buoni canestri soprattutto con Filloy e Robinson e dopo 4 minuti conducono per 10 a 5. Sul punteggio di 14 a 5 Dell’Agnello chiama time out con la leonessa che fatica a trovare fluidità in attacco mentre Reggio sfiora l’80 per cento al tiro. Ghersetti muove il punteggio della Leonessa trovando il meno 7 a 4 minuti dalla fine del quarto. Una tripla di Rezzano riduce ancora il distacco a 4 punti con la Leonessa che negli ultimi minuti ha alzato l’intensità difensiva e subito dopo è Ghersetti che piazza un’altra tripla riportando la leonessa a contatto a meno 1 e costringendo stavolta Reggio a chiamare time out a 2 minuti esatti dalla conclusione del primo quarto. Nel finale del quarto Reggio trova buone soluzioni con Robinson e Cervi che riportano i padroni di casa al più sette. All’inizio del quarto la Centrale prova a schierarsi a zona ma i padroni di casa riescono a portarsi a più 10 nel giro di 3 minuti trovando buone soluzioni dalla media e lunga distanza soprattutto con Frassineti che sembra non sbagliare mai. Brescia riprova ad alzare l’intensità difensiva, ma è in attacco che si fatica e il solo Ghersetti sembra trovare con una certa continuità la via del canestro, mentre i padroni di casa trovano buone soluzioni con vari interpreti. Robinson porta Reggio al più 13, i padroni di casa traggono vantaggio dalla scarsa vena della Leonessa in attacco che ancora non riesce a trovare la giusta fluidità nonostante la grinta messa in campo. Un tecnico chiamato alla panchina di Brescia, rea di protestare per un fallo non visto su Rombaldoni, permette a Reggio Emilia di allungare ancora portandosi al più 15 con 25 secondi da giocare. Negli ultimi secondi Farioli subisce fallo in attacco e dalla lunetta trova il meno 13. Il quarto parte con la Centrale che ci mette la voglia e piazza un parziale iniziale di 8 a 2 che riporta Brescia a meno  7, coach Menetti si rifugia in time out. Ancora Busma, 7 punti consecutivi, riporta Brescia a meno 5 ma Slanina trova la tripla del  più 8. La difesa della Leonessa gira ancora a mille e in attacco le cose cominciano a girare bene, due triple una di Ghersetti e una di Scanzi intervallate da una tripla di Slanina riportano Brescia a meno 5.  Taylor trova buone conclusioni per Reggio che riporta il vantaggio a più 9, coach Dell’Agnello chiama time out per rinsaldare le fila. Un buon recupero di Rombaldoni  da il meno 6 a Brescia con 2 e 30 da giocare, ma è ancora Taylor da 3 a riportare i padroni di casa a più 9. Nel finale del quarto le squadre si rispondono colpo su colpo, ma sono ancora i padroni di casa alla sirena a condurre di 10.
Il quarto si apre con una tripla di Bushati che poi in difesa subisce un fallo di Antonutti ma Goldwire perde palla permettendo a Ruini di segnare in sottomano.  Una tripla, direi fortunata, di Ruini ridà a Reggio Emilia il vantaggio di 12 lunghezze e a coach dell’Agnello non rimane che chiamare time out.  Una tripla di Frassineti porta i padroni di casa a più 15 con la Leonessa che ritrova in attacco i problemi dei primi due quarti . La Leonessa non trova più la retina e sul meno 17 a 4 e 44 dalla fine Dell’Agnello riprova, chiamando time out, a ridare la scossa ai suoi. Reggio prende il largo nei minuti finali con la Leonessa che non trova le energie fisiche,  ma soprattutto mentali per reagire.   

Comments

comments

LEAVE A REPLY