L’alcool test diventa obbligatorio anche nelle sagre di paese

0

Insieme a locali notturni, discoteche e birrerie, ora anche le sagre di paese – tantissime nella nostra provincia – dovranno dotarsi dell’etilometro, o comunque in alternativa, di un dispositivo monouso per la rilevazione del tasso alcolico nel sangue. La ragione è la stessa di sempre. Rendere consapevoli gli automobilisti dei rischi che si corrono mettendosi alla guida ubriachi. Innanzitutto la propria e l’altrui vita e secondariamente anche la patente. A stabilirlo è il Governo e per gli amanti di sacre e feste popolari non resterà che adattarsi. In realtà l’obbligo scatterà solo per quelle sagre che serviranno cibo e bevande alcoliche oltre la mezzanotte – il che limita di parecchio i numeri delle feste coinvolte – mentre per tutte le altre l’obbligo non sussisterà. Quasi come se, come accadeva ai cocchieri Cenerentola, gli amanti di vino, birra e grappa dopo la mezzanotte si trasformassero in topolini pericolosi al volante. In ogni caso gli organizzatori di sagre e feste popolari che non si adegueranno alla norma potranno essere puniti con sanzioni dai 300 ai 1200 euro, e meglio non andrà nemmeno agli automobilisti sorpresi al volante con un livello alcolico superiore agli 0,5 microgrammi. Di certo la nuova disposizione, entrata in vigore nel novembre scorso in risposta a un quesito della Regione Friuli Venezia Giulia e in chiarimento alla legge 120 del 29 luglio 2010, farà la fortuna dei produttori e distributori degli “alcool test” che si assicureranno una nuova fetta di mercato.  

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome