Nicoli Cristiani, lunedì torna di fronte ai pm milanesi. Ancora nessuna risposta sui domiciliari

0

Franco Nicoli Cristiani tornerà di fronte ai Pm di Milano che lo accusano di aver incassato la presunta tangente da 100 mila euro dall’imprenditore bergamasco Pierluca Locatelli. L’incontro avverrà in Procura a Milano, a nove giorni dalla scadenza dei termini di custodia cautelare. Franco Nicoli Crisitani è in carcere dal 30 novembre scorso, quando gli uomini dell’Arma l’hanno raggiunto nella sua abitazione dove hanno trovato anche 100 mila, frutto della presunta tangente. Dopo essere rimasto nel carcere bresciano per una quindicina di giorni, il 13 dicembre è stato trasferito in una cella di San Vittore, da dove ha chiesto più volte gli arresti domiciliari, raccogliendo per ora tre rifiuti. Senza demordere però, l’ex presidente del consiglio regionale è tornato a richiederli, ma i giudici d’appello non hanno ancora preso una decisione.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. e che vuole adesso ? starsene a casina a guardare il panorama ? troppo comodo Nicoli, dopo i magna magna ti fa bene un po’ di digiuno .

  2. Ma questo qua lo hanno letto i bresciani con preferenze nominali e nel giro lo sapevano tutti che personaggio era. Sono assolutamente convito che se si ripresenterà i Bresciani lo rielleggeranno, A FUROR DI POPOLO

LEAVE A REPLY