Droga nascosta nelle calze del figlioletto. In manette coppia di albanesi

0

Avevano trovato un nascondiglio davvero particolare: le calze del figlioletto di due anni. Ma i Carabinieri li hanno comunque scoperti. E’ successo a Chiari ieri sera, dove i militari hanno arrestato una giovane coppia albanese con l’accusa di spaccio di droga. I Carabinieri avevano notato l’uomo cedere della cocaina, ma questi si era dato repentinamente alla fuga: ne era seguita una violenta colluttazione, ma poi i militari avevano avuto la meglio. Nella successiva perquisizione domiciliare, quindi, sono emerse 23 dosi di stupefacente, la metà delle quali nascoste nelle calzine del bimbo. Il piccolo è stato affidato ai nonni, mentre la madre è stata arrestata.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. 1) il termine risorse si riferisce agli immigrati che lavorano onestamente. la quasi totalità 2) l’Albania non fa parte di Shengen. 3) prima il carcere, please. Proprio vero che la stupidità è il luogo dove tutti i razzisti si ritrovano.

  2. Daccordo con le prime due. Sulla terza solo in parte. In carcere, ma nelle loro. A spese dei loro governi e non con i dindini delle nostre tasche.

  3. non è mica così facile: i processi dove si farebbero? da noi o nei paesi di provenienza? con le nostre o le loro leggi? impedire ad una donna di uscire di casa da noi è un reato, in altri paesi no. non è per nulla facile, come la propaganda vorrebbe far credere.

  4. Basterebbe che fosse lo stato di appartenenza a sostenere le spese di processo, vitto e alloggio di questi signori. Il reato contestato invece viene giudicato nel paese dove viene commesso. Diversamente se lo mantengano a casa loro nelle patrie galere. Dovremmo essere tutti un po’ stufi di accollarci spese che non dovrebbero competerci. Credo che bastino già i nostri.

  5. bravissimo nero! così è facile. basta convincere i paesi di provenienza a pagare…… e poi dovrebbero essere d’accordo TUTTI i paesi del mondo secondo un principio di reciprocità…. e poi dovrebbero essere d’accordo a pagare per processi che si svolgono con leggi diverse. noi pure dovremmo essere d’accordo a pagare processi per processare nostri cittadini all’estero secondo le leggi di quel paese…. insomma: facilissimo !

  6. Non ti ho chiesto un parere o un giudizio di quanto ho scritto io. Piacerebbe leggere un suo commento di quanto scritto nell’articolo. A criticare sono capaci tutti.

LEAVE A REPLY