Polmoniti e infezioni alle vie respiratorie, sabato un convegno all’ospedale di Desenzano

0
Bsnews whatsapp

Si terrà sabato 3 marzo presso l’Aula Magna A. Doninelli dell’Ospedale di Desenzano, a partire dalle ore 8.30, il convegno “Inquadramento clinico delle infezioni delle basse vie respiratorie” promosso dall’Unità Operativa di Pneumologia di Desenzano diretta dalla Dr.ssa Antonietta Melchiorre.

Le infezioni delle basse vie respiratorie includono tutti i processi infettivi a carico dei polmoni e rappresentano una delle maggiori cause di morbosità, mortalità e ospedalizzazione in tutti i Paesi del mondo; sono al terzo posto per frequenza tra le infezioni ospedaliere, ma al primo posto per mortalità.

Da un recente studio condotto su circa 2000 pazienti di 55 reparti di Medicina italiani è risultato che quasi nel 50% dei casi la polmonite viene contratta in Ospedale: nel dettaglio il 18% è “nosocomiale” ossia si contrae per un’infezione acquisita in Ospedale, il 30% insorge in soggetti che hanno frequenti contatti con le strutture sanitarie (Day Hospital, Istituti di riabilitazione o per malati cronici anziani) e solo il 51,6% dei pazienti si ammala fuori dagli Ospedali, in “comunità”.

“Con questa giornata – dichiara il Direttore Sanitario Dr.ssa Annamaria Indelicato – vogliamo definire le nozioni di base in tema di polmoniti e arrivare, con i Medici di Medicina Generale, ad una piena condivisione dei criteri di ospedalizzazione per i pazienti affetti da patologia polmonare. Questo potrebbe portare ad una riduzione significativa del numero di ricoveri o della loro durata garantendo una migliore qualità di vita al paziente e alla sua famiglia. L’obiettivo che ci poniamo è di affrontare in modo chiaro e sintetico il problema delle infezioni delle basse vie respiratorie per migliorare l’efficacia clinica, l’appropriatezza e la qualità dell’assistenza e per ottimizzare i percorsi di prevenzione, diagnosi e cura.”

“Nella seconda parte della giornata – prosegue la Dr.ssa Antonietta Melchiorre –riporteremo l’attenzione sulla patologia tubercolare che risulta in aumento tra la popolazione a rischio; è importante sottolineare che questa malattia deve essere sempre presa in considerazione nella diagnosi differenziale delle patologie infettive polmonari, sia da parte dello Specialista che del Medico di Medicina Generale. Ciò potrà permettere una diagnosi più precoce, visto che attualmente si calcola un ritardo diagnostico di circa 6 mesi.”

Tra i relatori, oltre a Specialisti dell’Azienda Ospedaliera di Desenzano (Dr.ssa Antonietta Melchiorre, Dr. Bruno Milanesi, Dott. Palmino Pedroni, Dr. Gianpaolo Pinotti, Dr. Davide Rinaldo, Dr. Luigi Vincenzo) saranno presenti anche esperti di fama nazionale provenienti da altre realtà sanitarie lombarde (Dr. Guglielmino Baitelli – Direttore UO di Prevenzione Malattie Infettive ASL di Brescia; Dr. Giorgio Besozzi – Direttore Centro Formazione Permanente Tubercolosi Milano; Dr. Germano Bettoncelli – Segretario Scientifico SIMG Brescia; Dr. Giancarlo Bosio Direttore UO Pneumologia – Azienda Ospedaliera Cremona; Dr. Pierfranco Foccoli Direttore Endoscopia e Laserterapia dell’Apparato Respiratorio, Dr. Alfredo Scalzini Direttore I Divisione Malattie Infettive e Dr. Giovanni Vitrone Pneumologia – Spedali Civili Brescia; Prof. Francesco Scaglione Direttore Scuola di Specializzazione in Farmacologia Medica – Università degli Studi di Milano; Dr. Carlo Sturani Direttore Pneumologia – Azienda Ospedaliera Carlo Poma Mantova).

L’iniziativa, organizzata con il patrocinio dell’ASL di Brescia, è rivolta a Specialisti in Pneumologia, Medicina Interna, Patologia clinica e Medici di Medicina Generale.

La partecipazione è gratuita con iscrizione obbligatoria, tramite scheda di iscrizione reperibile sul sito internet (www.aod.it).

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI