Parla l’appuntato scelto Ivano Gatti: “così ho fermato l’assassino”

0

Il sangue freddo di certo non gli manca. L’appuntato scelto Ivano Gatti, agente del Nucleo Radio Mobile di Brescia, ha evitato che alla mattanza di questa notte in via Raffaello si aggiungessero altre tre vittime. Quando ha sentito gli spari provenienti dall’appartamento dove si sono consumati i quattro delitti non ha esitato a correre in strada e fermare la furia assassina di Mario Albanese. Mi ripeteva “m’ammazzo, fammi uccidere”, ha raccontato l’agenda ai cronisti, “ma poi sono riuscito a bloccarlo, disarmarlo e immobilizzarlo fino all’arrivo dei colleghi”. Ivano Gatti, che abita poco distante dalla casa del massacro, era rincasato intorno all’una di notte e aveva notato l’assassino nei pressi dell’abitazione della ex moglie, ma non si è preoccupato "l’avevo visto già altre volte, e in un’occasione l’avevo persino aiutato con la batteria dell’automobile. Era normale vederlo qui in giro". Dopo aver lottato a lungo con l’assassino, l’agente è riuscito a recuperare le chiavi dell’appartamento, e dopo aver aperto la porta si è trovato di fronte i cadaveri di due giovani quasi ventenni, freddati nel sonno, e i visi terrorizzati e coperti di lacrime delle tre bambine della coppia. "A quel punto ho preso le bambine, (di 5, 7 e 11 anni) e le ho accompagnate a casa mia dove le ho affidate alla mia convivente che loro conoscevano bene”. Grazie al suo intervento le bambine sono salve, ma che ne sarà di loro dopo che in pochi minuti si sono viste strappare, madre, padre e sorella?

Comments

comments

1 COMMENT

  1. un encomio al bravo appuntato Ivano, merita una medaglia questo signore che ha rischiato la propria vita x salvare le ragazzine. lo ammiro !!
    bravooooooooo

  2. non ti do dell’eroe,…ma hai un animo NOBILE!!!!e un cuore grandissimo!!!!e anche se non ti conosco personalmente,(TI STIMO)

  3. c’è un nes che si dichiara per l’eliminazione immediata dell’omicida e un’altro nes che fa i complimenti all’appuntato Gatti che ha impedito il suicidio dello stesso omicida. preferisco sicuramente il 2° nes. complimenti Gatti ! veramente ! per il sangue freddo ma anche per la grande umanità: è riuscito a parlare a Mario e a dirgli "ma cosa fai Mario?" e a combattere con lui mentre lui chiedeva di lasciarlo fare, di lasciarlo suicidare. tutti vorremmo essere come te !

LEAVE A REPLY