Strage in via Raffaello, camionista uccide l’ex moglie e altre tre persone

6

(e.b) Strage nella notte in via Raffaello. Un uomo, un camionista di 34 anni, Mario Albanese, ha freddato l’ex moglie, il nuovo compagno, la figlia ventunenne di lei e il giovane fidanzato. Una follia omicida fermata solo dall’intervento di un carabiniere fuori servizio che abita poco distante dal luogo del massacro. L’agente, avvertite le urla, non ha esitato ad uscire per strada e raggiungere l’abitazione del delitto. Quando è arrivato si è trovato faccia a faccia con Mario Albanese che, dopo aver sparato altri due colpi contro i corpi esanimi dell’ex moglie e del compagno ha rivolto l’arma verso se stesso, ma il colpo è rimasto in canna. Da lì la violenta colluttazione con il militare che ha ferito entrambi. Il carabiniere è riuscito a disarmare l’assassino e a bloccarlo fino all’arrivo della Squadra Mobile della Questura di Brescia. Il tutto si è consumato intorno alle 3,30 del mattino, quando l’ex moglie e il compagno stavano rincasando dopo la serata. Mario Albanese era lì ad aspettarli e dopo una breve discussione ha fatto fuoco. A quel punto la follia dell’omicida si è spostata all’interno dell’abitazione della donna di via Raffaello, dove stavano dormendo la figlia ventenne della donna, avuta da una precedente relazione, e il suo fidanzato. In casa c’erano anche le tre figlie della coppia, di 5, 7 e 11 anni, salvate dall’intervento del carabiniere. Ora il pm Antonio Chiappani ha già disposto gli esami tossicologici sull’omicida. Le tre figlie minorenni, invece, sono state condotte in Questura dove la Polizia sta cercando di rintracciare i parenti

Comments

comments

6 COMMENTS

  1. Tanto con le nostre leggi questi assassini andranno in carcere per riposarsi e coccolati degli assistenti sociali.
    Perch&eacu te; non ce la certezza della pena.
    Adesso chi si oppone alla pena di morte, mi venga a dire che quella persona va aiutata a reinserirsi nella.
    Società. Questa è una provocazione perché finche non succedono a noi, siamo tutti benevoli.)
    Io come stato non avendo per questi delitti cosi afferrati la pena di morte.
    Varerei una legge senza colore politico. Che chi si macchia di un delitto cosi gravi deve scontare un ergastolo.
    a vita senza possibilità di un controllo della pena visto la flagranza del reato stesso.
    La Politica e la Giustizia fanno la voce grossa solo con le brave persone, che per natura sono oneste.

    Un cordiale saluto panbianco

  2. una tragedia che lascia senza parole. chi compie un gesto così non è sano di mente, non c’è movente sano ad una strage come questa. pietà per le povere vittime e condoglianze per i parenti. per favore: asteniamoci da commenti politici.

  3. …Io di destra, tu di sinistra. Io milanista, tu juventino. Io lombardo, tu siciliano
    Forse mai andati d’accordo su nulla…ma entrambi volontari della bianca.
    Ciao Vito….

LEAVE A REPLY