Gervasoni abbandona il progetto per la rinascita di Montecampione

0
Bsnews whatsapp

Con una lettera indirizzata ai tre sindaci di Artogne, Pian Camuno e Gianico, l’imprenditore Alberto Gervasoni ha reso nota la decisione di non proseguire nell’impresa faraonica di riportare alla gloria Montecampione Ski. Con questa decisione, il comprensorio sciistico camuno torna abbandonato al proprio destino che, salvo sorprese dell’ultima ora, dovrebbe portare la Montecampione Impianti, la società che ad oggi gestisce il comprensorio, dritta al fallimento. La decisione di Gervasonio di abbandonare il progetto che avrebbe dovuto sistemare impianti, piste, strada e hotel di Montecampione si è infranta di fronte a costi troppo elevati. Si parla di almeno 10 milioni di investimento che però, a fronte dei 900 mila euro guadagnati quest’anno dalla struttura, comporterebbero un rischio d’impresa troppo grosso anche per un grosso imprenditore come Gervasoni. Chissà che la stazione sciistica non goda di un nuovo benefattor capace di riportarla agli albori di un tempo, ormai fin troppo lontano. La speranza è l’ultima a morire.  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Sarebbe ora che gli enti pubblici che sperperano tanti soldi in opere faraoniche mettessero mano a questa storia che dura da troppi anni soprattutto per il bene dei tanti valligiani che hanno lavorato e potrebbero lavorare in tutte le strutture coinvolte; Impianti, Esercizi pubblici, Hotel, Multiproprieta’. Dicono che in Italia deve essere rilanciata l’economia e questo e’ uno dei modi. Cosa si aspettano che lo facciano i singoli cittadini gia’ spremuti dalle tasse? Cordiali saluti.

RISPONDI